Daisy è l’ultima innovazione messa in campo da Apple in tema di recupero e riutilizzo dei materiali. Si tratta di un robot che va a 200 all’ora. No, non stiamo parlando di prestazioni su pista e di intelligenza artificiale applicata alla guida autonoma. Bensì di un macchinario robotizzato in grado di disassemblare 200 iPhone ogni ora.

E tra l’altro Daisy non è solo veloce, è anche smart. Può infatti disassemblare nove differenti modelli di iPhone. Lo scopo è naturalmente quello di recuperare del prezioso materiale di scarto al fine di riutilizzarlo. Un tipo di riciclaggio sofisticato che risulta più avanzato dei metodi tradizionali e quindi più efficiente nel recupero dei materiali.

Daisy presentato al mondo

Daisy rappresenta una evoluzione di Liam, il robot predecessore per lo smontaggio, introdotto da Apple nel 2016. Cupertino informa che alcune parti di Liam sono servite anche per la realizzazione di Daisy. Il robot può dunque smontare nove diversi modelli di iPhone al ritmo di 200 dispositivi ogni ora. Si occupa di disassemblare lo smartphone e di ordinare i componenti in modo che le materie possano essere riciclate.

Apple ha presentato al mondo Daisy in concomitanza con un’occasione speciale, e in tema: la giornata della Terra. Per l’occasione la Mela ha annunciato anche un’iniziativa speciale per il suo programma GiveBack. Fino al 30 aprile Apple farà una donazione all’organizzazione non-profit Conservation International per ogni device che riceverà.

Cupertino non è certamente nuova a iniziative per la difesa dell’ambiente e l’utilizzo di energie pulite e rinnovabili. È di circa una settimana fa l’annuncio che Apple si alimenta al 100 percento da energia rinnovabile, nelle sue strutture. Sempre in tema ambientale, l’azienda ha anche rilasciato in questi giorni il suo Environmental Responsibility Report per il 2018. È consultabile nella sezione del sito Apple (al momento solo nella sua versione internazionale) dedicata all’ambiente.

Daisy

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome