Da Ubicom una famiglia di processori Internet flessibili

E’ denominata Ip2000 la nuova famiglia di processori Internet, disponibile dal primo trimestre 2001 e realizzata da Ubicom. Con questa nuova di linea di prodotti la società intende far leva sull’infrastruttura Internet per consentire, come attes …

E' denominata Ip2000 la nuova famiglia di processori Internet,
disponibile dal primo trimestre 2001 e realizzata da Ubicom. Con
questa nuova di linea di prodotti la società intende far leva
sull'infrastruttura Internet per consentire, come attesta il nome
stesso, comunicazioni universali device to device e device to human.
"Internet è stato inizialmente utilizzato per la posta elettronica
e la ricerca di informazioni
- afferma Bulent Celebi, Presidente
e Ceo di Ubicom -, ma di recente l'interesse è confluito
maggiormente sull'integrazione della connettività Internet nelle
applicazioni domestiche, nelle attrezzature per l'ufficio, nei
dispositivi medici, nei distributori automatici, nei sistemi di
sicurezza e nel controllo e monitoraggio in remoto dei device. Per
soddisfare le nuove esigenze dei nostri clienti abbiamo dovuto,
dunque, fare un ulteriore passo avanti nello sviluppo di nuovi
standard, per poter così fornire loro valide soluzioni end to
end"
.
Il fulcro di questa nuova tecnologia Ubicom risiede indubbiamente
nelle prestazioni dei processori Internet avanzati, che contengono
una memoria flash on chip in cui sono programmati software ipModule
preinstallati, in grado di configurare e riconfigurare il processore.
I chip sono ottimizzati per supportare comunicazioni, protocolli
Internet e funzioni di controllo implementate nel software, che
forniscono una piattaforma potente e flessibile necessaria a
supportare l'ampia gamma di applicazioni. La combinazione dei
processori Internet con il software ipStack (Internet Protocol
Stacks) e ipModules, come Ethernet e Usb, permette la creazione di
soluzioni single-chip capaci di connettere i dispositivi a Internet,
facendo girare i programmi applicativi.
"L'idea di usare software ipModule preinstallati per configurare
una piattaforma al silicio è stata usata per ridurre il time to
market, i costi di sviluppo e di sistema e fornire un'eccellente
flessibilità di design attraverso una varietà di dispositivi e
applicazioni"
, ha dichiarato Sthephan Thaler, vice president
marketing di Ubicom.
Il primo prodotto della nuova famiglia è Ip2022, che permette una
potenza di elaborazione di 100 Mips, garantendo alta velocità di
calcolo, controllo flessibile I/O ed efficienza nella manipolazione
dei dati, indispensabili per l'implementazione software di
interfacce fisiche ad alte prestazioni e di protocolli di rete, con
esecuzione contemporanea di programmi applicativi. Il chip dispone di
una architettura Harward 4-stage-pipelined potenziata, esecuzione di
istruzioni single-circle, tempo di risposta fisso in tre cicli e,
soprattutto, serializer/deserializer, uno degli elementi chiave della
famiglia Ip2000 per le comunicazioni device to device e device to
human. Questo hardware decodifica i dati e consente la traduzione da
un formato all'altro: in questo modo i processori Internet di Ubicom
possono essere utilizzati come convertitori di protocolli nelle
applicazioni bridge e gateway.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here