Da Stratus a…Stratus

E’ durato poco più di un anno il connubio iniziato nel ’98 quando Ascend acquisì Stratus Computer e la trasformò nella propria Enterpise Computer Division. Grazie ad una cordata "interna" del management supportata dalla f …

E' durato poco più di un anno il connubio iniziato nel '98 quando Ascend
acquisì Stratus Computer e la trasformò nella propria Enterpise Computer
Division. Grazie ad una cordata "interna" del management supportata dalla
finanziaria Investcorp, Stratus Computer è stata ri-acquisita e trasformat
a
in una società indipendente: il 30% dell'azionariato è ora in mano a
dipendenti e manager. La società continuerà a sviluppare e distribuire
piattaforme di elaborazione fault-tolerant per i mercati enterprise, e
focalizzerà la propria strategia nel settore dei servizi finanziari,
retail, viaggi, lotterie, commercio elettronico, salute e sicurezza
pubblica.
Attualmente Stratus sta collaborando con Intel e Microsoft per sviluppare
la prossima generazione di server fault-tolerant per elaborazioni mission
critical basate su Windows 2000, ma il roadmap dei prodotti per i prossimi
due/tre anni prevede il supporto dei clienti e dei mercati dove la società
è già presente, oltre che un impegno a fornire soluzioni per sistemi
aperti, come il supporto della piattaforma Hp-Ux di Hewlett-Packard. Hp ha
infatti scelto Stratus come partner per il proprio programma dedicato
all'elaborazione mission critical, rafforzando in questo modo la
partnership già esistente integrando la linea di server enterprise Hp9000
con soluzioni di continuous availability per ambienti critici. La linea
Stratus Continuum, oltre al microprocessore Hp Pa-Risc già montato sui
server Hp9000, utilizza lo stesso sistema operativo, così da consentire
agli utenti Hp di accedere e utilizzare, senza alcuna modifica, tutte le
applicazioni software create per Hp-Ux. La famiglia Continuum offre sistemi
di elaborazione e disponibilità continua, dalla serie 400, entry level
semplici da mantenere e da amministrare, fino alle serie 1200, soluzioni
high-end,che consente l'espansione degli utenti richiesta nelle transazioni
Olap.
Stratus ha più di 700 clienti a livello mondiale, tra cui le principali
società di carte di credito, 25 tra le 30 maggiori banche del mondo, oltre
alle più importanti Borse asiatiche. Il fatturato totale per il '98 è
ammontato a 720 milioni di dollari. In Italia la nuova struttura è stata
affidata a Giorgio Ingallina, direttore generale, già in Stratus dal '96.
Clienti e mercati di riferimento strategici sul territorio nazionale sono
le società di Tlc, Lottomatica, Ferrovie Italiane, istituti di credito com
e
Deutsche Bank, S.Paolo, Banca di Roma e Comit, credit cards company
(Servizi Intebancari, Setefi, American Express e Diner's Club) e centri
servizi come Ipacri, Sipa, Infogroup e Saritel: il supporto tecnologico e
distributivo è garantito dalla collaborazione con partner del calibro di
Wang Global, Hp, Cap Gemini, Gepin, N&Ts e N.C.H.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here