Una versione rivisitata dell’app Spotify è in fase di rilascio a livello globale per gli utenti iOS e Android. La nuova impostazione dell’app consente un’esperienza d’uso con maggiori possibilità di personalizzazione su ciò che desideriamo ascoltare. Naturalmente si intendono qui maggiori opzioni per ciò che riguarda l’accesso free al servizio di streaming musicale.

L’esperienza d’uso gratuita non arriva chiaramente ai livelli di quella ad abbonamento, ma diventa meno limitata. Vengono offerti agli utenti “free” maggiori strumenti per trovare e ascoltare in streaming la musica che desiderano.

Spotify free più libero

Quindici nuove playlist on-demand offrono ora la possibilità di selezionare e riprodurre una qualsiasi traccia. Ciò senza dover skippare le tracce o attendere che la modalità shuffle ci presenti quella che ci interessa. Tali playlist on-demand sono personalizzate in base ai nostri gusti. I contenuti potrebbero provenire dalle playlist curate da Spotify, così come da quelle personalizzate, quali ad esempio Discover Weekly.

SpotifyLa schermata Home verrà costantemente aggiornata sulla base delle nostre abitudini d’ascolto. In generale l’esperienza di Spotify free diventa maggiormente personalizzata, a partire dalle indicazioni sui gusti musicali in fase di registrazione. L’app fornirà playlist curate editorialmente, basate sui nostri gusti, e playlist personalizzate, quali il Daily Mix. Sarà inoltre possibile dare un like o nascondere brani e artisti che ascoltiamo. In questa maniera facciamo in modo che gli ascolti consigliati siano più in tema con le nostre preferenze. Creare le proprie playlist diventa inoltre più semplice mediante quello che l’azienda definisce Assisted Playlisting.

È inoltre in arrivo una interessante funzione dedicata agli utenti che non possono gestire l’ingente traffico dati generato dallo streaming. La funzione si chiama Data Saver e si attiva con un semplice pulsante on/off. Non si tratta però dell’ascolto offline offerto solo con Spotify Premium. È invece una ottimizzazione tesa a utilizzare un minor traffico dati. Spotify free rimane basata sulle interruzioni pubblicitarie, ma sembra in questo modo poter diventare più flessibile. Evidentemente l’intenzione dell’azienda è quella di attirare un numero maggiore di utenti verso la piattaforma, mediante un utilizzo free più gratificante.

Tali novità saranno rilasciate man mano nelle prossime settimane nei diversi mercati. Saranno sfruttabili sia su iOS che su Android.

Se vuoi sapere come creare una playlist in Spotify, potrebbe interessarti questo articolo.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome