Da Nokia un nuovo software per accedere alle applicazioni aziendali via cellulare

Gli utenti corporate saranno in grado di visualizzare sui propri telefoni mobili le email, i calendari, le rubriche telefoniche e via dicendo.

19 marzo 2003 Si chiama Nokia One il software sviluppato dal produttore finlandese di telefoni cellulari che permetterà agli utenti corporate l'accesso a dati e applicazioni aziendali attraverso i dispositivi mobili. Il nuovo sistema, presentato nel corso della manifestazione Ctia Wireless (sponsorizzata dalla Cellular Telecommunications & Internet Association) in svolgimento a New Orleans, inizierà a essere venduto ai carrier americani, che lo utilizzeranno per offrire un servizio ai clienti commerciali. Già disponibile, l'offerta rappresenta un aspetto della strategia di Nokia mirata a fornire la tecnologia per servizi avanzati in un ambiente tecnologico aperto e interoperativo. Secondo quanto sostiene William Plummer, vicepresidente per gli affari strategici ed esterni di Nokia, al centro di tale ambiente si pone l'architettura middleware Oma (Open Mobile Alliance). Nokia One opererà sui telefoni cellulari Gsm/Gprs e sulle infrastrutture di rete di qualsiasi produttore, caratteristica che secondo Plummer rappresenta un passo fondamentale nel superamento delle architetture proprietarie del passato per arrivare a un mercato globale delle telecomunicazioni mobili. Nokia One è progettato per offrire la possibilità ai carrier di fornire alle grandi aziende, a prezzi più contenuti, il tipo di servizi che fino a oggi poteva essere erogato solo attraverso sistemi server based. Con il nuovo software, si può accedere alle applicazioni corporate via voce, Sms, Wap e Internet attraverso un'ampia gamma di dispositivi, ad esempio telefoni mobili, Pda, Pc e telefoni operanti su linee fisse. Molteplici sono anche le funzioni a disposizione degli utenti che, ad esempio, possono specificare un mittente e-mail di particolare importanza, così da essere tempestivamente avvisati con una notifica di testo via telefono (o attraverso il dispositivo preferito) all'arrivo di un messaggio da quel nominativo, oppure possono cercare un particolare messaggio vocale fra quelli in attesa nell'in-box. I comandi che controllano le preferenze degli utenti vengono inviati in modalità testo tramite il telefono e, se l'utente intende effettuare delle modifiche, dovrà prima essere autenticato. Il servizio può essere controllato anche da comandi vocali e tutte le comunicazioni si svolgono attraverso un canale crittografato.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome