Da Microsoft un pieno di novità per il canale

Nel corso di Ict Trade il vendor metterà in mostra l’ultima generazione di prodotti e tutte le iniziative a favore dei partner

Partner da sempre di Ict Trade, Microsoft partecipa alla manifestazione di Ferrara convinta che sia un'occasione importante per presentare i programmi e tutte le risorse e le novità che Microsoft continua a sviluppare per i partner.

«Ict Trade - sottolinea Luca Marinelli, direttore divisione small & midmarket solutions and partner di Microsoft Italia - è una delle occasioni di incontro più importanti per gli operatori del settore Ict. La riteniamo un momento di confronto strategico per individuare insieme ai principali operatori di canale nuove modalità per fare business insieme in modo proficuo per l'intero settore. La manifestazione è, inoltre, l'occasione per parlare delle iniziative a favore dei partner Microsoft: nello specifico, Microsoft Financing, la soluzione di accesso al credito che consente alle aziende, anche le più piccole, di realizzare il proprio progetto d'innovazione, sfruttando formule di finanziamento agevolate e flessibili per ottimizzare gli investimenti nelle tecnologie informatiche;
Innovazione e Finanziamenti, l'iniziativa in collaborazione con Hp e Intel, che fornisce informazioni sulle opportunità di finanziamento per investimenti in Innovazione Tecnologica, Ricerca, Sviluppo e Training e per fornire consulenza specialistica per la richiesta e l'erogazione del finanziamento; Bussola d'Impresa, il servizio creato per aiutare le Pmi italiane a orientarsi nel mondo dell'informatica. Quest'ultimo è un programma che ha l'obiettivo di stabilire una relazione più stretta tra Microsoft e le aziende di piccole dimensioni. L'intento è di guidare imprenditori e professionisti a orientarsi nel mondo dell'informatica e, in particolare, nell'offerta Microsoft, proponendo loro contenuti e informazioni già strutturati solo su temi/prodotti di loro reale interesse, attraverso un linguaggio semplice e immediato
».

Alla manifestazione è, inoltre, presentata la nuova generazione di prodotti dedicata alle aziende, ai professionisti It e agli sviluppatori costituita da Windows Server 2008 (il nuovo sistema operativo server che include Hyper-V, lo strumento che garantisce soluzioni di virtualizzazione semplificate, affidabili ed economicamente convenienti e facilmente collegabili all'infrastruttura esistente); Sql Server 2008 (la piattaforma dati affidabile, produttiva ed efficiente per eseguire le applicazioni mission-critical, riducendo tempi e costi di sviluppo e gestione delle applicazioni); Visual Studio 2008 (in grado di offrire un'ampia gamma di strumenti per la realizzazione di applicazioni smart client, consentendo agli sviluppatori di creare rapidamente applicazioni di alta qualità e dal design innovativo).
Infine, Microsoft presenta la suite Microsoft Dynamics: soluzioni integrate, flessibili e facili da utilizzare per automatizzare i processi gestionali dell'azienda e per velocizzare le fasi decisionali grazie a strumenti di analisi potenti e puntuali. «La suite - ha puntualizzato Marinelli - si è recentemente arricchita del Crm 4.0, la soluzione per gestire al meglio le relazioni con i clienti. È semplice da personalizzare e da utilizzare grazie all'interfaccia per ruoli e a diverse modalità di accesso all'applicazione e strumenti mobile. Le funzionalità si estendono all'area vendite, marketing e servizio clienti».

Per quanto riguarda il rapporto con i partner, Microsoft è aperta alla collaborazione con aziende che si rivelano dinamiche e pronte a seguire la rapida evoluzione del mercato. «Il rapporto - ha continuato il direttore - col canale è per noi di fondamentale importanza, siamo quindi sempre disponibili e interessati a lavorare con operatori che condividano i nostri valori e la nostra passione e che intendano sviluppare competenze e professionalità sulla nostra tecnologia».

In generale, il canale dei partner di Microsoft è estremamente eterogeneo e comprende distributori, rivenditori, integratori di sistemi, Independent software vendor. «Si tratta - ha precisato Marinelli - di realtà differenti tra loro, alle quali Microsoft dedica numerose attività di supporto in base alle diverse esigenze di business. Nei confronti di rivenditori e distributori, che svolgono prevalentemente attività di vendita delle licenze dei prodotti Microsoft, il modello prevede una forte relazione dal punto di vista commerciale, attività di formazione e informazione sui programmi di licensing e sul valore aggiunto dei prodotti offerti ai clienti finali. Per gli integratori di sistemi, che si occupano principalmente di implementare soluzioni sull'infrastruttura It dei clienti, è importante conoscere bene i prodotti Microsoft, per essere in grado di costruire sistemi coerenti con le architetture Microsoft di riferimento e posizionare al meglio le loro soluzioni nei confronti del mercato. Le attività di formazione e informazione rivolte agli integratori di sistemi hanno quindi carattere prevalentemente tecnico e si propongono di fornire ai partner gli strumenti necessari per rispondere efficacemente alle principali esigenze It delle aziende clienti. Gli Isv necessitano di una profonda conoscenza della piattaforma tecnologica su cui operano, con un accento maggiore sugli strumenti di sviluppo. Nei loro confronti Microsoft è attiva con azioni di formazione, informazione, assistenza e supporto tecnico. In particolare, come per gli integratori di sistemi, la strategia Microsoft prevede di fornire agli Isv i nuovi prodotti con notevole anticipo rispetto al lancio ufficiale: in questo modo i partner hanno la possibilità di progettare le proprie soluzioni e renderle disponibili sul mercato contestualmente al rilascio delle nuove tecnologie. Infine, i costruttori e assemblatori di personal computer, che installano il sistema operativo e le applicazioni sui Pc, vengono indirizzati con programmi di canale molto specifici che prevedono collaborazioni tecnologiche focalizzate sulla pre-installazione di sistemi operativi e Office, nonché su azioni di marketing che evidenzino ai clienti il valore del software Microsoft preinstallato».

Microsoft ha un programma dedicato ai partner. Il Microsoft Partner Program consente alle aziende di poter contare su una relazione personalizzata con la società di Redmond, garantita da un supporto tecnico e consulenziale continuo, oltre che dall'assistenza nelle operazioni di vendita. Il programma ha l'obiettivo principale di evidenziare i punti di forza dei partner in base alle differenti aree di competenza e consente di consolidare le attività grazie a risorse pensate per aiutare a incrementare i profitti e le vendite, consolidando la posizione dell'azienda sul mercato; ridurre i costi e aumentare l'efficienza operativa in ogni fase del ciclo di business utilizzando prodotti software validi, risorse di formazione e supporto; realizzare tutto il potenziale dell'azienda, anche nei confronti dei clienti, attraverso tecnologie Microsoft innovative, una solida relazione con Microsoft e una comunità internazionale di partner.
«Con l'adesione al Microsoft Partner Program - ha concluso il direttore -, l'azienda partner potrà accedere immediatamente a risorse su misura per le specifiche esigenze. Tra l'altro è stato di recente lanciato un nuovo portale completamente rinnovato nella forma e nei contenuti, raggiungibile all'indirizzo partner.microsoft.com/italy, con lo scopo di uniformare i portali Partner Program di tutto il mondo e di organizzare tutte le informazioni e gli strumenti a tua disposizione, per offrirti una navigazione più semplice e immediata».

In Italia, Microsoft ha circa 25.000 aziende (tra assemblatori di pc, rivenditori di licenze e pacchetti software) che aiutano, anche territorialmente, a raggiungere i clienti. Sono sei i distributori presenti sul territorio nazionale: Esprinet, Ingram Micro, Cdc, Computer Gross e Bell Micro. Con tutti loro Microsoft ha una relazione solida che consente di sviluppare iniziative e programmi pensati per agevolare il canale.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome