Da maggio le scuole si scelgono l’Isp

Il ministero non rinnova il contratto con una società di Telecom. E le scuole possono scegliersi il provider

Le scuole italiane dal prossimo mese di maggio avranno piena autonomia per
quanto riguarda i collegamenti a Internet. Il ministero della Pubblica
istruzione, infatti, ha deciso di non rinnovare il contratto con PathNet, la
società di Telecom Italia che dal 2003 forniva agli istituti scolastici la
connessione Adsl o Isdn. Secondo il ministero l'evoluzione della tecnologia e il
proliferare di scuole connesse a Internet ha fatto sì che la gestione
centralizzata delle connessioni alla rete non necessiti più di una solo sola
soluzione tecnologica. Inoltre l'affollamento di contatti soprattutto in certi
momenti della giornata verso l'unico fornitore ha causato una serie di ritardi
di connessione. Da maggio ogni scuola potrà quindi scegliere da sé il proprio
Internet service provider ricevendo però un contributo di 480 euro l'anno dal ministero.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here