La cybersecurity sale a bordo delle macchine connesse

Panasonic e Trend Micro hanno stipulato una partnership per lo sviluppo di soluzioni di cybersecurity tese a rilevare e prevenire gli attacchi contro i veicoli autonomi e intrusioni sulle macchine connesse.

La partnership ha l’obiettivo di raggiungere standard di sicurezza maggiori per i veicoli autonomi e le connected car, sviluppando una soluzione per rilevare e prevenire le intrusioni all’interno delle Electronic Control Units (ECUs) che controllano i comandi di guida, come l’accelerazione, lo sterzo e i freni, ma anche nei dispositivi interni di infotainment (IVI, In-vehicle infotainment), inclusi i sistemi di navigazione e i device telematici, che inviano e ricevono informazioni da/al veicolo.

Impedire all'hacker di guidare

I rischi che gli hacker prendano il controllo dei sistemi di sterzo e frenata nelle macchine connesse sono reali.

Ogni giorno vengono scoperte nuove vulnerabilità di security che fanno aumentare i rischi di exploit da remoto.

Per questo motivo è molto importante non solo implementare le misure di sicurezza in ogni veicolo, ma anche analizzare i nuovi attacchi, monitorando dal cloud i sistemi interni al veicolo, e utilizzare i risultati per sviluppare contromisure agli attacchi.

La partnership farà leva sulla tecnologia per la prevenzione e il rilevamento delle intrusioni Control Area Network (CAN) di Panasonic, e Trend Micro IoT Security. La tecnologia CAN serve alla prevenzione e il rilevamento delle intrusioni: monitora la Control Area Network, che consente le comunicazioni tra le ECU, per rilevare e processare comandi non autorizzati classificandoli come non validi

La tecnologia di Panasonic sarà in grado di rilevare qualsiasi comando non autorizzato inviato all’unità di controllo delle operazioni di guida, mentre Trend Micro IoT Security (una soluzione di sicurezza per i dispositivi embedded che si connettono al di fuori del veicolo attraverso comunicazioni IP e sistemi operativi generici come Linux), che utilizza l’intelligence globale Trend Micro e la expertise come le analisi malware, verrà implementata sui dispositivi IVI (In-vehicle infotainment).

Attraverso questa partnership, gli eventi identificati da entrambe le tecnologie verranno raccolti e inviati a una piattaforma di analisi nel cloud, per rilevare e bloccare il traffico sospetto.

Lo sviluppo generale permetterà di fornire soluzioni sia all’interno del veicolo che in cloud, per prevenire gli attacchi cyber contro i veicoli autonomi e le connected car.

Panasonic e Trend Micro lavoreranno insieme a questo sviluppo e l’obiettivo è lanciare la soluzione sul mercato dopo il 2020.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here