Cresce a 2 cifre il mercato dei database

I dati Idc mostrano crescite interessanti, malgrado qualche necessario ridimensionamento di tipo valutario. Invariata la classifica dei fornitori.

Secondo i dati pubblicati nella giornata di ieri da Idc, il
mercato mondiale dei database ha registrato nel corso del 2004
un incremento dell'11,6%, arrivando a rappresentare
un giro d'affai complessivo di 15 miliardi di dollari.
Si
tratta, secondo la società di analisi, di un risultato discreto, fatte
salve tutte le considerazioni di natura valutaria che finiscono per
rimensionare i valori complessivi, e indice di una certa reattività da
parte delle aziende, malgrado i budget ridotti.
Secondo Idc, non c'è stato
alcun cambiamento significativo nella classifica dei primi 5 fornitori, con
Oracle salda al primo posto con il 41,3% di share, che rappresenta un
incremento del 14,5% rispetto all'anno precedente. 
Il secondo posto
spetta a Ibm, con una share del 30,6%, mentre in terza posizione si colloca
Microsoft, con il 13,4%.
Sybase è quarta con il 3,1%, mentre Teradata arriva
al 3,1%.
Per quanto concerne il 2005, Idc si attende una competizione
piuttosto aspra sul cosiddetto midmarket, non solo perchè Oracle e Ibm stanno
entrambe dirigendo risorse e iniziative strategiche su questo mercato, ma anche
perchè il leader del segmento, Microsoft, sta preparando il rilascio di Sql
Server 2005.
Nessuno, poi, può più trascurare il possibile impatto dei
fornitori di database open source.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here