CostaPlanet un Eip «di lusso»

Il portale dei dipendenti di Costa Crociere è stato realizzato da Tecla.it, un business partner di Ibm, tramite la propria soluzione Web@Portal su tecnologia Domino di WebSphere. I dipendenti, per forza di cose sparsi per il mondo, possono accedere alle risorse dell’azienda

Costa Crociere è una società del gruppo Carnival
Corporation ed è la prima società crocieristica italiana ed europea, con un
fatturato 2000 di 572,44 milioni di euro. Vanta, oggi, una flotta moderna,
fatta da 8 navi per un totale di circa 390mila tonnellate e una capienza
di oltre 10.200 ospiti. Ha anche in atto un programma di investimenti
decisamente ingente che si concretizza con un ordinativo di altre quattro
navi, che incrementeranno la capacità a 19mila ospiti.
In Costa Crociere
è stata sentita l'esigenza di creare un Enterprise information portal
destinato a tutti i dipendenti della società nel mondo, compreso il
personale sulle navi, che permettesse di condividere tutte le informazioni
utili, di accedere ai molti servizi
di comune interesse, nonché di
partecipare ai processi aziendali indipendentemente dalla locazione
geografica, con semplicità e in modalità collaborativa.
In altre parole,
si tratta di un progetto ambizioso che ha la prerogativa di crescere ancora
di più nel tempo, in grado quindi di ospitare i nuovi servizi che man mano
saranno implementati, e di gestire la "conoscenza" e il know how aziendale
del gruppo.
Il tutto, naturalmente, mantenendo un'interfaccia semplice adatta
ai diversi profili di ogni utente interno.
Il portale è stato basato
sulla piattaforma collaborativa Lotus Domino di Ibm e sul middleware
WebSphere per il collegamento con le piattaforme di Costa (basate su
hardware Ibm e Sun) ed è stato implementato utilizzando la soluzione
applicativa Web@Portal realizzata dal business partner di Ibm,
Tecla.it.

Tempi e modi del progetto
Il
progetto, come indicato dal responsabile di Tecla.it, Luigi Malaguti, è
stato concepito in due settimane, elaborato in una ventina di giorni e
realizzato completamente, con il "go live", in tre mesi. Alla soluzione
Web@Portal, e al suo complemento (sempre sviluppato da Tecla.it)
Web@Intranet, sono spettati i compiti di aggiornamento del portale, compresa
l'attività di content management.
Il risultato finale dell'attività
progettuale e implementativa, che Malaguti ama definire «un punto di
riferimento nazionale per le soluzioni intranet
», è stato appunto il
portale CostaPlanet, tramite il quale, tutti i dipendenti di Costa Crociere,
sia di terra che a bordo delle navi, possono condividere in tempo reale una
notevole mole di informazioni. Accanto a questo obiettivo primario, c'è
quello di "cambiare il modo di operare" relativamente alla organizzazione e
gestione di processi organizzativi (workflow), attraverso soluzioni
applicative di portale predisposte, che automatizzano le procedure
interne riducendo moltissimo i tempi di risposta, la modulistica e la
documentazione cartacea.
A titolo di esempio, alcune pratiche
amministrative saranno gestite dalle applicazioni presenti in CostaPlanet,
permettendo all'utente che si collega via browser una totale e immediata
visione sia delle informazioni che gli competono, che della situazione dello
stato dei processi che lo coinvolgono, che delle approvazioni
necessarie.
L'introduzione del portale è supportata da una efficace e
capillare campagna di affissione, eseguita presso tutti gli uffici Costa del
mondo e a bordo delle navi.
CostaPlanet è in linea con le moderne
concezioni del Knowledge management. I "business requirement" forniti
riguardano l'aspetto e la logica (menu) di accesso alle informazioni e alle
diverse funzioni, e la registrazione e il riconoscimento di persone e ruoli
aziendali. Le soluzioni applicative gestiscono le pure informazioni (per
esempio, news, house organ, cataloghi, deployment navi), le informazioni
strutturate (come report, progetti speciali) e i processi aziendali
(pratiche amministrative e modulistica varia). Il portale è stato progettato
per favorire al massimo un modo di operare dinamico, allo scopo di farlo
diventare uno strumento di lavoro essenziale per tutti i dipendenti Costa,
ovunque si trovino nel mondo.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome