Home Mercato Cosa farà Huawei: le cinque strategie e la visione per il 2030

Cosa farà Huawei: le cinque strategie e la visione per il 2030

Huawei ha aperto a Shenzhen la 18a edizione del Global Analyst Summit a cui hanno partecipato oltre 400 ospiti.

Eric Xu, Rotating Chairman di Huawei, nel suo discorso di apertura ha condiviso le perfomance di Huawei nel 2020 e ha illustrato le cinque iniziative strategiche che l’azienda intende intraprendere per il futuro.

Ottimizzazione del proprio portfolio per aumentare la resilienza aziendale: Huawei rafforzerà le sue conoscenze e capacità in campo software e investirà maggiormente in aziende che dipendono meno da tecniche di processo avanzate, e in componenti per veicoli intelligenti.

Massimizzare il valore del 5G e definire il 5.5G con le aziende del settore per guidare l’evoluzione delle comunicazioni mobili.
Fornire un’esperienza fluida, multiscenario, intelligente e incentrata sull’utente.
Innovare per ridurre il consumo di energia e ottenere un mondo a basse emissioni di carbonio.
Riuscire a garantire la continuità della fornitura.

Eric Xu ha dichiarato che ristabilire la fiducia nel mercato e ripristinare la collaborazione attraverso la catena di fornitura globale dei semiconduttori è fondamentale per riportare il settore in carreggiata.

Eric Xu
Eric Xu

Andando avanti, Huawei continuerà a trovarsi in un ambiente globale complesso e instabile. La ripresa della pandemia da Covid-19 e l’incertezza geopolitica presenteranno sfide continue per ogni organizzazione, azienda e Paese. Xu crede profondamente nel potere che ha la tecnologia digitale di fornire nuove soluzioni ai problemi che tutti dobbiamo affrontare.
Il rotating Ceo ha concluso affermando che la società continuerà a innovare e sviluppare la trasformazione digitale con i clienti e partner per portare il digitale a ogni persona, casa e organizzazione per realizzare un mondo completamente connesso e intelligente.

William Xu
William Xu

William Xu, Direttore del Board e Presidente del Huawei Institute of Strategic Research, nel suo intervento ha parlato delle sfide che influenzeranno il benessere sociale nel prossimo decennio, tra cui l’invecchiamento della popolazione e il consumo energetico sempre più elevato.
Inoltre, ha condiviso la visione di Huawei sul mondo intelligente del 2030, elencando le nove sfide tecnologiche e gli sforzi che sarà necessario affrontare nel campo della ricerca:
Definire il 5.5G per supportare accuratamente miliardi di connessioni in tutto il mondo.
Sviluppare ottiche nanoscopiche per favorire un aumento esponenziale della capacità della fibra.
Ottimizzare protocolli di rete per favorire tutte le connessioni.
Fornire una potenza di calcolo avanzata e solida.
Estrarre e gestire informazioni da enormi quantità di dati per trovare nuove applicazioni dell’intelligenza artificiale in ambito industriale.
Superare l’architettura von Neumann per ottenere sistemi di archiviazione 100 volte più densi.
Combinare l’elaborazione e il rilevamento dei dati per un’esperienza multimodale iper-realistica.
Consentire alle persone di gestire in modo più proattivo la propria salute attraverso l’auto-monitoraggio continuo dei parametri vitali personali.
Costruire un “Internet of Energy” intelligente per la generazione, lo stoccaggio e il consumo di elettricità più verde.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php