Corel perde, ma supera le aspettative di Wall Street

La società canadese ha battuto di un centesimo le previsioni degli analisti e ha chiuso il 1° trimestre del nuovo anno fiscale con perdite per 3,1 milioni di dollari

Corel supera le aspettative di Wall Street. E questo nonostante
lo sviluppatore di software canadese abbia chiuso il primo trimestre del
nuovo anno fiscale con perdite nette per 3,1 milioni di dollari, o 4 centesimi
per azione, rispetto ai guadagni per 534mila dollari, o un centesimo per
azione, riportati un anno fa. Il dato incoraggiante è che, per il Q1, gli
analisti di Thomson Financial/First Call avevano previsto una perdita media di 5
centesimi di dollaro per azione. 
Provata dalla debole domanda di
mercato, che ha caratterizzato l'intero 2001, e dalla competizione con i
prodotti Microsoft e Adobe Systems, nel trimestre terminato a fine febbraio, la
società ha riportato vendite per 31,2 milioni di dollari, il 4% in meno rispetto
ai 32,5 milioni del corrispondente trimestre 2001. E ora Corel annuncia ai
propri investitori di attendersi, per il prossimo secondo trimestre, vendite
comprese tra i 30 e i 35 milioni di dollari, e perdite tra i 5 e gli 8 centesimi
per azione. Quest'ultimo dato in risposta agli investimenti marketing e al
rilascio sul mercato di nuovi prodotti che la società conta di attuare nei
prossimi mesi. Intanto, sul fronte acquisizioni, Corel fa sapere che quelle di
Softquad e di Micrografx sono state definitivamente completate e, con il taglio
di 30 delle 55 posizioni occupate in Softquad, il numero totale dei dipendenti a
tempo pieno di Corel è salito a 891.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here