Home Cloud Controllo di risorse e costi del cloud con Spot by NetApp

Controllo di risorse e costi del cloud con Spot by NetApp

NetApp ha concluso l’acquisizione di Spot, società specializzata in compute management e ottimizzazione dei costi nel cloud pubblico.

Spot by NetApp propone le cosiddette Application Driven Infrastructure (ADI), infrastrutture cloud che utilizzano analytics e machine learning per adattarsi continuamente alle esigenze delle applicazioni e per contribuire all’ottimizzazione delle risorse cloud e quindi dei costi di computing e storage in tempo reale.

Le ADI forniscono automaticamente su cloud ai minori costi la disponibilità, le prestazioni e la capacità di cui le applicazioni hanno bisogno, abbreviando il ciclo di vita dello sviluppo ed eseguendo un maggior numero di applicazioni.

Si calcola che si possa risparmiare fino al 90% dei costi per l’infrastruttura di calcolo e di storage, che in genere rappresentano il 70% della spesa totale per il cloud, mantenendo al contempo SLA e SLO.

Spot by NetApp contempla un portfolio di servizi di calcolo e storage che monitorano e analizzano le esigenze delle applicazioni e ottimizzano automaticamente costi e risorse cloud per soddisfare tali esigenze.

Gli utenti potranno utilizzare la tecnologia Spot di compression, deduplica e tiering per ottenere un notevole risparmio sui costi, fino al 60% in meno rispetto al cloud storage standard; monitorare, analizzare e prevedere continuamente il fabbisogno di risorse delle applicazioni; ottimizzare l’infrastruttura cloud per soddisfare le esigenze applicative e scalare e adattare automaticamente per fornire capacità e prestazioni ottimizzate.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php