Contenuti personalizzati per il comune di Volterra

Pubblica ammistrazione / L’ente dell’entroterra pisano ha rivisto il sito Web istituzionale nell’ottica di una migliore usabilità. L’idea è di una gestione integrata di back e front office

Il comune di Volterra (Pi) conta poco meno di 11.300 abitanti e ha un'economia fondata in prevalenza sul turismo, l'artigianato, l'industria chimica e la meccanica. Per valorizzare queste risorse, la cittadina ha sviluppato una forte cooperazione tra i settori. L'esigenza di dare visibilità e rilievo alle attività turistiche ha portato il comune a dar vita, nel 1998, al primo sito Web istituzionale, una vetrina utile per valorizzare le risorse naturali, archeologiche e artigianali del territorio e fornire un elenco dettagliato delle strutture ricettive. Gradualmente è stata arricchita anche la sezione relativa ai servizi che, da semplice pubblicazione delle coordinate necessarie a contattare gli uffici, si è trasformata nel tempo in un'utile risorsa informativa e interattiva, rendendo disponibili bollettini delle notizie, pagine dedicate alla modulistica dei vari uffici, pubblicazione di bandi di gara, pagine per eventi particolari. «Vista la centralità del sito istituzionale, che utilizziamo come polo comunicativo strategico, ci siamo resi conto della necessità di uno svecchiamento del sito, operazione fondamentale per stare al passo con tutte le evoluzioni tecnologiche che prevedono l'utilizzo di sistemi sempre più agili, semplici e funzionali - racconta Mara Tozzi, assessore Quotidianità, Manutenzioni, Traffico e Rapporti con il cittadino del comune di Volterra -. La legge Stanca in merito all'accessibilità prevede, infatti, che tutti i siti, creati ex novo o soggetti a rinnovo, debbano rispettare determinati requisiti d'accesso». L'ente si è, quindi, orientato verso una soluzione in grado di dar vita a un sito visitabile e navigabile da chiunque, anche da chi presenti disabilità fisiche (non vedenti, ipovedenti, disabili motori) o cognitive. Allo scopo sono state valutate diverse soluzioni di content management: «La ricerca, rivolta inizialmente sia a prodotti commerciali che gratuiti, si è concentrata in un secondo momento esclusivamente sulle soluzioni conformi alla norma italiana - prosegue Tozzi -. Il comune è approdato a FLexCmp di Idea Futura».


Aggiornamenti per tutti


Il nuovo sito del comune è stato messo online a fine giugno 2005 e, grazie alle nuove funzionalità disponibili, l'ente ha potuto superare molti dei problemi inerenti l'amministrazione e l'aggiornamento del portale, prima concentrati nelle mani di poche persone esperte.


«Sotto il punto di vista della gestione del back office - prosegue la funzionaria - l'aderenza alla normativa è completa. Allo stesso tempo FlexCmp ci ha dotati di strumenti per semi automatizzare il controllo dell'accessibilità che richiedeva l'intervento umano». L'ente mira a sviluppare applicazioni maggiormente integrate con il back office, in linea con il progetto CiTel (promosso dalla Regione Toscana per potenziare la comunicazione tra cittadini e amministrazione), che ha portato alla creazione di un front office telematico. Il comune ha potuto, quindi, rendere disponibili servizi quali il calcolo dell'Ici, la notifica di eventi culturali e scadenze via SMS (Short message service).


È, inoltre, prevista l'abilitazione delle consultazioni anagrafiche, delle pratiche di cambio residenza e dei pagamenti online, oltre a nuovi servizi strettamente correlati al back office.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here