Connessione internet in azienda, guida di base alla scelta dei provider

Per quanto banale possa essere affermarlo, la connessione internet è la vera tecnologia che abilita l'azienda al cloud.

Anche sentire parlare di cloud, e di soluzioni as a service, non è certamente una novità: ormai da alcuni anni si assiste ad una tendenza consolidata e inarrestabile verso la remotizzazione di servizi e infrastrutture.

I vantaggi sono molteplici, prima di tutto scalabilità e riduzione dei costi di gestione. Ovviamente, per poter accedere a questo nuovo mondo di soluzioni e servizi, il punto di partenza è la connessione a internet.

Difficile anche solo immaginare una qualsiasi realtà imprenditoriale che sia priva di accesso alla rete; non è però necessariamente vero che si tratti di banda larga. Accedere a servizi cloud, infatti, richiede una velocità e stabilità di accesso che non son sempre presenti, o talvolta si è deciso di non procedere ad un upgrade della propria linea non percependone i vantaggi.

La situazione italiana sul tema banda larga è particolarmente complessa, e fortemente influenza da fenomeni di digital divide: alcune aree possono contare su linee FTTH, cioè fibra ottica portata fino al proprio domicilio o luogo di lavoro. Ma, nella peggiore delle situazioni, perfino una ADSL potrebbe sembrare un miraggio. La terza possibilità, oggi molto diffusa soprattutto nelle zone urbane meno popolose, è quella mista: fibra ottica fino al più vicino DSLAM, e tratta in rame fino al proprio luogo. Questa tipologia definita FTTC normalmente, è il massimo ottenibile in assenza di FTTH. Inizialmente oggetto di polemiche e

Fatta salva la componente economica, che raramente incide in maniera rilevante ai fini decisionali, i parametri più importanti sono la larghezza di banda e la latenza.

Il primo sicuramente è ai più familiare; si tratta della velocità massima (teorica) a cui una linea può viaggiare. Viene influenzata da numerosi parametri, e tutti gli operatori sono tenuti per legge a garantire un minimo di velocità contrattuale.

Tale limite è spesso esiguo, a meno di non essere disposti a sborsare cifre anche considerevoli: non sempre (anzi di rado) ne vale la pena.

Se però la vostra attività richiedere un notevole consumo di banda internet, è opportuno tenere questo dato nella giusta considerazione.

La latenza è invece meno conosciuta, e non sono poche le persone che ne ignorano l’esistenza. In estrema sintesi, è il tempo impiegato dai pacchetti inviati sulla rete a raggiungere il computer o server di destinazione. Tanto più alta sarà la latenza, maggiore sarà il ritardo che deriverà dall’azione svolta su internet. Un esempio? Una telefonata intercontinentale, nella quale la voce vi arriva con un ritardo percepibile.

È chiaro che tutti siamo abituati ad utilizzare un computer con programmi installati in loco; un’esperienza utente che costringa a piccoli ma continui ritardi nella gestione dell’interfaccia utente sicuramente sarebbe poco gradita e anche poco produttiva.

Anche in considerazione della sempre maggior pervasività di soluzioni cloud, il miglior suggerimento è sicuramente quello di adottare la miglior linea possibile, anche se (al momento) superiore alle necessità aziendali.

Spesso si tratta di pochi euro al mese in più da investire, ma che vi risparmieranno un nuovo aggiornamento a distanza di pochi anni, o in alcuni casi addirittura di mesi.

Non citeremo tutte le tipologie di connessioni, focalizzandoci su quelle più idonee all’utilizzo indicato. Per quanto riguarda gli internet provider, ci soffermeremo solo sui principali e con copertura nazionale.

Tim

L’ex monopolista di stato è ancora oggi ai vertici del mercato telefonia fissa/mobile in Italia, oltre ad essere una delle prime aziende in termini di fatturato globale.

Tim offre sul mercato una ampia gamma di connettività; nel nostro caso ci interessano ADSL e Fibra Ottica.

Come spesso vedremo, in realtà il costo delle offerte internet è spesso identico, anche a fronte di prestazioni fortemente differenti. Tutti gli operatori, Tim in testa, offrono normalmente la tecnologia più performante fra quelle disponibili presso il luogo di installazione.

La proposta tecnologicamente più evoluta è Tim senza limiti fibra. Al momento in cui scriviamo il prezzo promozionale è di 20 euro al mese, mentre il normale prezzo di listino è di 30 euro. In questo caso si tratta di una linea in totale fibra ottica, con connettività fino a 1000 Mbps in download e 100 Mbps in upload. La banda minima garantita è pari a 200 Kbps. Numerosi i servizi offerti in opzione, fra cui citiamo TIM SAFE WEB, che offre una prima linea di protezione per l’utilizzo di internet; inoltre TIM REFUND, che prevede un indennizzo per i Clienti in caso di interruzione completa del servizio di telefonia vocale fornito su linee telefoniche di rete fissa.

Per i clienti raggiunti da offerta rame+fibra, Tim senza limiti Xdsl online è la risposta di TIM. Prezzo identico a TIM SENZA LIMITI FIBRA, ma ovviamente caratteristiche tecniche differenti: con tecnologia eVDSL connettività fino a 200 Mbps in download e fino a 20 Mbps in upload, con banda minima garantita pari a 100 Kbps. Laddove sia disponibile solo VDSL, avremo connettività fino a 100 Mbps in download e fino a 20 Mbps in upload, sempre con banda minima garantita pari a 100 Kbps. TIM attiverà l’Offerta TIM SENZA LIMITI XDSL ONLINE con l’architettura di rete disponibile presso la sede per la quale si richiede l’attivazione dell’Offerta, previa verifica di copertura.

Infine, per chi non avesse altra possibilità se non una ADSL, Tim senza limiti Adsl. È la base del servizio internet e voce di TIM, e offre velocità nominale di trasmissione fino a 20 Mbps in download e fino a 1 Mbps in upload (tecnologia ADSL2+), con banda minima garantita pari a 40 Kbps.

Fastweb

Fastweb è stata, innegabilmente, pioniera dei servizi in fibra ottica in Italia, ed ancora oggi è così. Infatti, la società del gruppo Swisscom non differenzia le offerte per FTTH o FTTC (e nel peggiore dei casi, ADSL).

Offre sempre FTTH laddove possibile, ed in alternativa procede alla attivazione di una linea FTTC o in ultima istanza ADSL. È Internet Business il nome scelto da Fastweb per la propria offerta per il mondo PMI. 26 euro al mese (al momento in cui scriviamo) per avere 1 Gbps in download e 200 Mbps in upload; performance che ovviamente scalano verso il basso a seconda della tecnologia disponibile.

Fastweb garantisce intervento tecnico next business day in caso di guasto; un particolare sicuramente da tenere in considerazione.

Vodafone

Anche Vodafone ha una ampia scelta di offerte per rete fissa a banda larga, e non poteva certo essere diversamente, per uno dei più grandi player del settore telco in Europa.

Le tecnologie proposte, per quanto inerente alla nostra esigenza, sono le solite: FTTH o Fiber To The Home, quindi rete in fibra fino all'abitazione. FTTC - Fiber to the Cabinet, rete composta da fibra e rame (con fibra fino all'armadio di strada). E infine, la rete interamente in rame, in ADSL.

Indipendentemente dalla copertura del territorio in cui chiederemo il servizio, il costo sarà identico: tutte le offerte sono valide su tecnologia fibra FTTH , Misto Fibra/Rame FTTC e ADSL. Parliamo quindi di 30 euro al mese,  cifra che comprende anche la navigazione fuori sede tramite Vodafone Internet Key.

La stessa key permette inoltre di utilizzare fin da subito la linea, anche se tramite connessione 3G/4G, ed è un utile linea di backup laddove si verificasse un guasto sulla fibra ottica o ADSL. Per quanto riguarda la velocità minima di trasmissione in download per l’ADSL calcolata sulle linee di test, è di 6,149 Megabit al secondo.

Tale velocità si riferisce a linee che distano meno di 1.000/1.500 metri dalla centrale ed è stata calcolata su linee di test situate in Puglia, Sardegna, Sicilia, Toscana e Veneto. La velocità minima di trasmissione in download per la fibra calcolata sulle linee di test è di 21 Megabit al secondo nel caso di FTTC, e 100 Megabit al secondo per una FTTH.

Wind Tre

La società nata dalla unione di Wind e Tre ha copre organicamente tanti il mercato consumer, quanto quello aziendale. Per quanto riguarda la rete fissa, sebbene entrambi i brand abbiamo a listino offerte, è Wind quello delegato a rivolgersi alla clientela professionale.

Non dissimilmente da quanto visto finora, le tecnologie proposte sono FTTH, FTTC e ADSL.

Per quanto riguarda la fibra ottica, Wind propone OfficeOne Fibra 1000. La velocità di navigazione in connettività fibra FTTH è fino a 1 Gbps in download e fino a 200 Mbps in upload, con banda minima garantita di 50 Mbps in download e di 5 Mbps in upload; il tutto per 30 euro al mese. L'opzione INTERNET CONTINUITY garantisce la connessione internet durante il processo di attivazione linea, ma anche in caso di guasti o disservizi.

Per tutti gli utenti non raggiunti da fibra ottica, ecco OfficeData. In questo caso, Wind ha deciso di aggregare le offerte ADSL e FTTC: laddove possibile verrà attivata quest’ultima, ovviamente. Attiva di default, e gratuita (nel momento in cui scriviamo) l’opzione Secure Web: si tratta di un servizio integrato nella rete Wind Tre, in grado di prevenire le più diffuse minacce informatiche come ad esempio “phishing”, “botnet”e “ransomware”.

Funzionalità come anti-phishing e contenimento dei malware saranno integrate nella rete Wind Tre, senza la necessità di hardware specifico o installazione di software sui loro dispositivi. Anche in questo caso, come per OfficeOne, il costo è di 30 euro al mese.

Tiscali

L’operatore sardo, dopo aver attraversato un periodo di difficoltà, si è saputo rialzare offrendo soluzioni prestanti e con una particolare attenzione al listino prezzi, sempre aggressivo. Le due offerte a noi più congeniali sono sicuramente UltraFibra Giga Full Affari, che è  basata su FTTH con download fino a 1 Giga (minimo garantito 100 Mbps). Upload 100 Mbps (minimo garantito 3 Mbps). Da segnalare l’assenza di penali in caso di recesso, per l’intera durata del contratto; un segnale rassicurante in un settore, quello delle telco, che ha spesso mostrato il fianco da questo punto di vista. Il costo mensile è di 25 euro.

L’alternativa, in FTTC, è UltraInternet Full Affari. In questo caso, ovviamente, scendono le performance: fino a 200 Mbps in download, e fino a 20 Mbps in upload. Rimane invece invariata la componente economica, quindi 25 euro mensili. Anche in questo caso è possibile uscire dal contratto senza il pagamento di penali accessorie.

Eolo

Includiamo in chiusura Eolo, perché offre connettività a banda larga in situazioni dove la tradizionale cablatura non arriva, o è deficitaria. Le connessioni wireless di Eolo sono per  diversi utenti una concreta opportunità per superare situazioni di digital divide.

Sono due le offerte proposte che possiamo considerare congrue con le altre presentate. La più completa è Eolo Professional Expert che, per 40 euro al mese, offre internet fino a 100 Mbps in download e 10 Mbps in upload. Inclusi nel costo anche assistenza tecnica dedicata con risposta telefonica entro 20 secondi,  e SLA Premium (ripristino del servizio entro un giorno lavorativo).

In alternativa, Eolo Professional Plus garantisce le stesse prestazioni, ad un costo di 30 euro al mese. Mancano (e da qui il risparmio) i servizi di assistenza premium offerti in Eolo Professional Expert.

Ad oggi, il quadro della connettività per PMI è chiara e offre soluzioni sia economicamente sostenibili che spesso efficienti, laddove ci si trovi con copertura FTTH o FTTC (se non troppo distanti dal DSLAM di riferimento). Tuttavia, una parte non piccola della popolazione e delle aziende si deve confrontare con infrastrutture digitali che sono un serio ostacolo allo sviluppo e (talvolta) perfino alla continuità aziendale, in un mondo sempre più interconnesso, e con concorrenza davvero agguerrita.

Sia i bandi Infratel per la copertura delle cosiddette aree bianche, o a fallimento di mercato, che l’ormai prossimo lancio commerciale del 5G dovrebbero cambiare in meglio questa situazione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome