Con PixelBook, creare catologhi e listini per iOS è alla portata di tutti

Consentire a chiunque di distribuire in modo
semplice e immediato cataloghi, listini, brochures e house organ. Questo l'obiettivo di pixelBook, una nuova soluzione che permette di
portare su tablet e smartphone documenti e pubblicazioni di ogni tipo con
semplicità e in tempi brevi. Più in dettaglio, pixelBook si contraddistingue per essere l'unica applicazione
per Mac e PC, che permette di pubblicare sia su iOS sia su Android, senza
richiedere software aggiuntivi, né specifiche competenze.

Partendo da PDF o da immagini, cui possono
essere aggiunti contenuti multimediali e interattivi, pixelBook consente di
creare app native per dispositivi mobili, che possono essere sfogliate su
tablet e smartphone oppure distribuite tramite AppStore, Google Play, Amazon o
server aziendali.

PixelBook è disponibile in tre differenti versioni: Basic, per coloro che devono pubblicare una
singola app con cui veicolare un solo contenuto tramite store o intranet
aziendale; Standard, per chi desidera distribuire diverse
tipologie di documenti, anche a pagamento, attraverso edicole virtuali
gestibili con semplicità; Advanced Edition, una versione dedicata a
quelle realtà, agenzie in particolare, che necessitano di gestire diversi brand e
pubblicare contenuti per conto dei propri clienti su diversi store con account
differenti.

Per quanto riguarda i costi, è previsto il pagamento di una licenza annuale: nel caso della versione Basic è di 750 euro, per la Standard è 3.000 euro e per l'Advanced Edition è di 5.000 euro. I prezzi sono Iva esclusa.

PixelBook è distribuito in Italia da PICO.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome