Con l’ingresso ufficiale di Sun, cresce la tensione sullo standard I/O

Un altro attore si è aggiunto nella bagarre scatenatasi attorno ai rivali standard server I/O. E si tratta di un attore di tutto rispetto, dato che risponde al nome di Sun Microsystems. Presso il forum per gli sviluppatori patrocinato da Intel, …

Un altro attore si è aggiunto nella bagarre scatenatasi attorno ai rivali
standard server I/O. E si tratta di un attore di tutto rispetto, dato che
risponde al nome di Sun Microsystems. Presso il forum per gli sviluppatori
patrocinato da Intel, la società si è scherata apertamente con Dell a
favore del Next Generation I/O promosso dal produttore di chip. Sull'altro
fronte vi sono Compaq, Hp e Ibm con il proprio Future I/O. In realtà, Sun
e
Intel lavorano congiuntamente sullo sviluppo di Ngio da circa un anno, da
quando Sun chiese a Intel il supporto di una nuova tecnologia di proprio
sviluppo. Questa ulteriore puntata nella vicenda peroccupa non poco i
tradizionali parnter di Intel, soprattutto Microsoft. Già alle prese con i
problemi legati al ritardo di Windows 2000, la casa di Bill Gates potrebbe
ora trovarsi spiazzata nel dover supportare due differenti architetture di
server, a meno che i due schieramenti non trovino un accordo. Il problema
non sembra semplice da risolvere dato che ambo le parti, pur convinte della
necessità di cambiare le attuali architetture I/O, sono in disaccordo sui
metodi per farlo. In particolare, i sostenitori di Ngio puntano sulle
caratteristiche di flessibilità dello standard, e sulla sua capacità di
isolare le periferiche, in modo che un singolo malfunzionalento non
comprometta un intero sistema. Sun dovrebbe garantire il supporto a Ngio in
Solaris, Sparc ma è prevista anche l'integrazione di Jini.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome