Con la chiavetta Chromecast, Google porta Internet sulla Tv

Google torna a farsi largo nel mondo dell'intrattenimento multimediale proponendo un nuovo dispositivo, battezzato Chromecast
che permette di dotare qualunque televisore equipaggiato con un
ingresso HDMI di alcune funzionalità di navigazione Internet e riproduzione di contenuti audio e video proprie di un tablet o di un personal
computer. Google Chromecast somiglia da vicino ad una chiavetta
eccezion fatta per il connettore che invece di essere USB è appunto
HDMI. Al suo interno è presente un ricetrasmettitore Wi-Fi che consente
di visualizzare sul televisore tutti i contenuti che appaiono su altri
dispositivi.

Chromecast poggia su di una versione alleggerita del
sistema operativo Chrome OS ma non consente di interagire direttamente
con i servizi di rete. La "chiavetta" HDMI di Google funge
esclusivamente da ponte tra un personal computer, un tablet o qualunque
altro device connesso alla rete locale e il televisore.

Ad oggi
Chromecast è compatibile con tutti i dispositivi Android e iOS e con i
desktop e notebook Mac e Windows che "montano" il browser Chrome.

YouTube, grazie agli accordi che Google sta stringendo con
molte etichette cinematografiche, potrebbe ben presto divenire uno degli
strumenti preferiti dagli utenti per "alimentare" Chromecast. Stando a
quanto precisato dai tecnici della società di Larry Page e Sergey Brin,
inoltre, Chromecast non si limiterà a riprodurre quanto mostrato su un
tablet o un personal computer. Una volta deciso il contenuto da inviare
sul televisore, infatti, l'utente potrà continuare a usare il
dispositivo "sorgente" lasciando l'attività di streaming lavorare in
background.

Il prezzo di Chromecast è particolarmente aggressivo: appena 35 dollari. Però, per il momento, può essere usato soltanto all'interno degli Stati UnitiLe scorte di Amazon sono per il momento già esaurite.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome