Con il nuovo Sp3, anche Windows 2000 rispetta le richieste dell’antitrust

Disponibile entro il 2002, doveva essere un upgrade minore del sistema operativo, invece il terzo Service Pack apporterà modifiche sostanziali, come la possibilità di disabilitare alcuni componenti di Windows

4 giugno 2002 Dopo aver soddisfatto le
richieste dell'antitrust apportando le opportune modifiche all'interno del
Service Pack 1 di Windows Xp, Microsoft ha provveduto a rendere anche il
prossimo Sp3 di Windows 2000 aderente alle specifiche desiderate dal Governo
degli Stati Uniti. Così quello che doveva rappresentare un aggiornamento minore
del sistema operativo, per altro disponibile già sul finire dello scorso anno,
ha assunto invece una nuova fisionomia ed è diventato un upgrade significativo.

Tra le novità più
rilevanti  troviamo il supporto dell'aggiornamento automatico e un nuovo
pannello per la configurazione del sistema, il quale è volto appunto a
soddisfare le richieste del Dipartimento di Giustizia statunitense. Permette
infatti di avvalersi di programmi differenti da quelli proposti da Microsoft
come deafult per la navigazione in Intranet o per gestire la posta elettronica.
Ma consente anche di scegliere il media player o l'instant messaging preferiti e
di utilizzare la Java virtual machine che può soddisfa le proprie esigenze.
Un'opzione consente addirittura di nascondere al sistema operativo componenti
come Internet Explorer o Windows Media Player.
Ovviamente questo nuovo
Service Pack contiene anche tutte le patch relative agli oltre 200 piccoli o
grandi problemi rilevati negli ultimi periodi e inerenti la sicurezza di Windows
2000.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome