Con Chip & PIN, Payleven trasforma tablet e smartphone in POS

La società propone un prodotto che si collega via Bluetooth ai dispositivi mobili iOS e Android e che è in grado di accettare pagamenti da tutte con le più diffuse carte di credito.

Una soluzione di pagamento adatta
a tutti, per non rischiare più di perdere clienti e fatturato: piccole e medie
imprese, professionisti, chi lavora nel mondo delle consegne a domicilio,
artigiani e liberi professionisti con partite IVA.

Questa è la proposta che
arriva da Payleven, attraverso il nuovo Chip & PIN, un dispositivo che si
collega tramite Bluetooth a iPhone, iPad e dispositivi mobili Android per
accettare pagamenti con tutte le più diffuse carte di credito e di debito.
Inoltre, dà la possibilità di inserire il PIN
direttamente sulla sua tastiera e offre lo stesso livello di sicurezza di un
POS tradizionale, grazie alle certificazioni EMV di secondo livello e alla
certificazione PCI 3.1. “Ai nostri utenti
offriamo la massima protezione contro le frodi oggi consentita
- afferma
Alberto Adorini, fondatore e amministratore delegato di payleven Italia - cosa non possibile con le soluzioni senza il
PIN
”.

Adorini mette
l'accento anche sul fatto che Chip & PIN è il primo dispositivo in Europa
in grado di accettare (quasi) tutte le carte di credito. “Abbiamo iniziato a operare nel settore dei pagamenti mobili a giugno
dello scorso anno, con Swipe & Sign, una soluzione in grado di accettare
solo carte senza microchip e che ci vedeva in concorrenza con altre aziende.
Adesso è invece arrivato Chip & PIN, che ci consente di avere un rilevante
vantaggio rispetto ai nostri competitor, perché nessuno ha oggi una soluzione
come la nostra
”.

Payleven è
infatti primo il primo Payment Service Provider, operatore di servizi di
pagamento, a proporre una soluzione pan-europea: Chip & PIN è commercializzato
anche in Germania, Olanda, Polonia e Regno Unito.

Alla
certificazione di Mastercard e Maestro, acquisita nel 2012 per la soluzione
Swip & Sign, l'arrivo di Chip & PIN ha aggiunto la capacità di
accettare tutte le carte marchiate Visa e V PAY. “Le altre soluzioni di pagamenti con dispositivi mobili - precisa
Adorini - supportano solo soluzioni
striscia e firma e chip&firma, che offrono un livello di sicurezza minore e
quindi creano più complicazioni nell'accettazione delle carte. Il nostro
sistema è in grado di accettare pagamenti dal 90% delle carte di credito o debito
disponibili
”.

Attraverso Chip
& PIN, Payleven intende consentire a qualsiasi professionista o piccola
impresa che debba ricevere pagamenti (anche della più piccola entità), di
ottenerli tramite carta di credito, evitando in questo modo di perdere un
cliente, l'occasione di una vendita o di poter prestare un servizio. “In pratica - chiarisce Adorini - forniamo un prodotto che in tutto e per
tutto sostituisce il tradizionale POS, ha un livello di sicurezza forse anche
superiore ma è molto più piccolo e, siccome per collegarsi ai circuiti di
pagamento utilizza la connettività 3G o Wi-Fi dei dispositivi mobili, può
essere usato ovunque
”.

Il business di
Payleven non si sviluppa attorno al dispositivo, che costa 49 euro e non
prevede alcuna ulteriore spesa o canone mensile per il suo utilizzo, ma è
direttamente connesso alle operazioni che vengono effettuate. Infatti, Payleven
applica una commissione del 2,75% sulla somma oggetto della transazione, cui si
aggiungono 19 centesimi per la transazione stessa.

Il nostro focus non è sul dispositivo -
precisa Adorini - ma sul servizio fornito
al cliente. In questo senso, proporre un prodotto non legato a un uso
specifico, come accade per il POS tradizionale, ma che si connette a smartphone
e tablet ci sta permettendo di sviluppare nuove e ulteriori servizi. E nel giro
di qualche mese offriremo ben più che un normale point of sale”.

Attualmente, Chp
& Pin viene venduto direttamente da Payleven, principalmente attraverso il
suo sito
Web

. Ma la società ha già avviato una serie di trattative per arrivare alla
commercializzazione tramite rivenditori e anche alcuni partner tecnologici. Ma non solo. Infatti, Payleven ha avviato anche una collaborazione
strategica con l’Unione Artigiani della Provincia di Milano, tramite la quale offre
a tutti gli associati l’opportunità
di accettare pagamenti a partire da 1 euro con tutte le principali carte di
credito e debito.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here