Compuware ridisegna EcoTools

Compuware ha ridisegnato il proprio software di service level management, nel tentativo di migliorare le performance delle applicazioni che girano su piattaforme multiple. EcoTools 6.2 fornisce codice di base comune e una console centralizzata per la g

Compuware ha ridisegnato il proprio software di service level management,
nel tentativo di migliorare le performance delle applicazioni che girano su
piattaforme multiple. EcoTools 6.2 fornisce codice di base comune e una
console centralizzata per la gestione delle prestazioni di applicazioni e
server in ambienti Unix, Windows Nt e anche NetWare. L'aggiornamento
comprende un'architettura a tre livelli che include una console (in grado
di girare su Nt o Web browser), un server di controllo che memorizza le
prestazioni pregresse in un database Sql Server e vari agenti che girano
sui server gestiti. Questi ultimi raccolgono i dati sulle performance, li
elaborano e li comparano rispetto ai parametri di livello di servizio, per
verificare quando vi siano anomalie.
Attraverso la nuova console, gli amministratori possono gestire la
disponibilità di Microsoft Exchange, Internet Information Server e Sql
Server, così come di Lotus Notes e degli Erp di Oracle e Sap. EcoTools 6.2
registra performance e disponibilità direttamente dalle applicazioni,
piuttosto che appoggiarsi a file di log e informazioni di registro Windows.
Così, gli amministratori possono arrivare più direttamente alle cause de
i
problemi.
Lo strumento di Compuware include anche un Graphical Policy Builder, per
consentire agli amministratori dei sistemi di identificare le applicazioni
mission critical e sviluppare specifici allarmi che avvisino in caso di
crash. Sono stati inseriti numerosi modelli per la creazione di specifici
report sulle prestazioni. Il costo di EcoTools 6.2 dovrebbe aggirarsi sugli
1,6 milioni di lire per server gestito.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here