Per Computer Gross il valore è una missione

Non si tratta semplicemente di un roadshow, anche se poi ne assume i connotati.
Per Paolo Castellacci, il lancio di “Mission Value”, Missione Valore è l’occasione per ribadire da un lato la nuova connotazione che il valore ha assunto negli anni per gli operatori del mercato ICT, dall’altro le forze e le strategie che Computer Gross mette in campo per supportare i rivenditori e i suoi clienti.

Memoria storica di un mercato che ha cambiato completamente fisionomia negli anni Paolo Castellacci ricorda: “Quando acquisimmo JSoft l’idea del valore era correlata ai prodotti, all’ampiezza dell’offerta, alla capacità di gestire gli ordini. Oggi ci muoviamo in uno scenario di grande complessità. E non è più nemmeno sufficiente parlare di soluzioni. Oggi la parola chiave sono le competenze e la capacità di gestire i processi”.

Nove aree focus per Computer Gros

E sono proprio le competenze la forza sulla quale si sviluppa il nuovo Mission Value.
Nove le aree identificate:

  • Cybersecurity
  • DataCenter
  • Analytics
  • Iperconvergenza
  • Big Data
  • Mobility
  • Digital Transformation
  • Cognitive
  • Cloud Automation

Nove aree molto calde per il mercato per le quali Computer Gross ha strutturato non semplicemente delle business unit, ma squadre di professionisti in grado di affiancare e supportare i rivenditori nello sviluppo di progetti di innovazione insieme ai loro clienti.
Ecco che mano a mano, dai prodotti si passa alle soluzioni e dalle soluzioni ai processi.
Un percorso non semplice, nel quale il distributore gioca un ruolo di “ponte”; come lo definisce Castellacci, tra i vendor, i rivenditori e i clienti.
Le competenze diventano patrimonio comune, da condividere, ed è questo- la condivisione - un ulteriore elemento sul quale fa leva Castellacci.

Mission Value

Si parte con tre appuntamenti

Concretamente, però, Mission Value è, come dicevamo all’inizio, un percorso, un roadshow del quale al momento sono state definite le prime tre tappe: Milano il 5 ottobre, Verona il 12 e Roma il 27. Altre seguiranno nel tempo a coprire il territorio nazionale.

Sono incontri aperti ai rivenditori ma anche ai loro clienti, nei quali sarà possibile toccare con mano le soluzioni e i progetti, cercando di essere d’aiuto anche a quei rivenditori di dimensioni più piccole, che non hanno al loro interno tutte le professionalità necessarie per sviluppare progetti complessi.

Un po’ come abbiamo fatto con il cloud”, sottolinea Castellacci, ricordando uno dei progetti più ambiziosi per la società da lui guidata.
Un progetto che continua a crescere e che si sta sviluppando soprattutto sul fronte del marketplace per i rivenditori, pensato non solo come vetrina, ma anche come veicolo per la promozione di servizi innovativi.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here