Computer Gross apre il marketplace di Arcipelago

Una novità nel segno della continuità. Questo vuol essere, per Computer Gross, il nuovo marketplace di Arcipelago, la business unit dedicata al mondo del cloud.

Spiega Paolo Castellacci, presidente della società: “Il portale c’è da oltre un anno e mezzo e aggrega  le soluzioni cloud dei principali vendor che distribuiamo. Finora i nostri clienti potevano acquistare soluzioni cloud, esattamente come qualsiasi altro prodotto del nostro listino. La vera novità, che vogliamo introdurre oggi con il marketplace, è rendere disponibile uno strumento di automatizzazione, che semplifichi i processi lungo tutta la filiera”.

Per Computer Gross un percorso evolutivo

Paolo Castellacci Computer Gross VideoÈ dunque un percorso evolutivo, partito con la nascita di Arcipelago, con una offerta di cloud locale, di infrastruttura, IaaS e SaaS e va a includere le offerte dei vendor distribuiti dalla società.
“Siamo gradualmente arrivati all’aggregazione delle offerte, unendole alle nostre, fino alla novità appena annunciata”.

L’idea è quella di creare un unicum coerente che parte dal vendor, passa dal distributore, dal rivenditore e da qui arriva fino all’utente finale in una logica di perfetta integrazione.

Si parte con il cloud di Microsoft

tommaso calosi computer grossSpiega Tommaso Calosi, che ha la responsabilità di Arcipelago Cloud: “È un progetto al quale abbiamo lavorato per mesi. L’obiettivo è dar vita a un marketplace ricco di strumenti che semplifichino la vita al distributore e al rivenditore”.
Parliamo di servizi in pay per use, parliamo di un portale per l’automazione del software in cloud, per la cloud automation.
“Il rivenditore effettua gli acquisti necessari per i suoi clienti e a fine mese riceve in una unica fattura sia l’aggregato, sia il dettaglio dei singoli acquisti suddivisi per cliente e per quantità”.
Si parte con i servizi cloud di Microsoft, ma l’obiettivo è aggiungere gradualmente anche gli altri vendor.
“Dal momento che abbiamo anche una offerta datacenter, offriamo ai nostri rivenditori servizi di integrazione tra cloud pubblico e privato, bundle con servizi come Office 365, servizi di migrazione. Tutto corredato e supportato dai servizi dalle nostre business unit a valore”, conclude Calosi.

 

 

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome