“Compaq: “”Il progetto Monterey e morto””

In un’intervista esclusiva rilasciata alla nostra testata, Peter Blackmore, numero due di Compaq, ha affermato, tra le altre cose, di ritenere concluso l’interesse della societa verso uno sviluppo Unix su Ia-64.

Compaq, di fatto, è fuori da Monterey. Il progetto, nato da un
accordo fra Ibm e Sco e destinato a sviluppare un sistema operativo
Unix per la piattaforma Ia-64 di Intel, non interessa più l'azienda
texana. La conferma arriva dal numero due della società, Peter
Blackmore, senior vicepresident e responsabile mondiale per le
vendite e i servizi, intervistato in esclusiva dalla nostra testata
(la versione integrale si potrà trovare su Linea Edp n. 30). "Gli
sviluppi su Monterey sono ormai passati sotto il controllo integrale
di Ibm - ha confermato il manager -. Pertanto sulla linea di server
ProLiant, destinata a ospitare il nuovo Unix, prevediamo di
supportare sicuramente Linux e poi di seguire gli sviluppi di Sco e
del loro Unix, comunque andrà nell'integrazione con Caldera. Non
abbiamo alcun piano per portare Tru64 sotto Intel". Blackmore ha
anche rilevato come l'azienda intenda investire notevolmente sulle
tecnologie wireless nel futuro a breve: "iPaq è molto più di un
semplice client, ma una vera e propria strategia. Crediamo nelle
evoluzioni del PocketPc nell'area dei palmari, mentre sono in via di
definizione partnership con società specializzate nelle comunicazioni
senza fili per poter completare l'offerta". Blackmore si è poi
mostrato fiducioso sulla possibilità che l'azienda possa mantenere un
tasso di crescita a due cifre per i prossimi trimestri e possa
rispettare le previsioni in termini di utili per azioni. Non si
ferma, per converso, l'opera di assestamento dell'offerta produttiva
per Compaq. Blackmore si è limitato a inquadrare la dismissione dei
Vax e dei ProSignia nella generale intenzione di semplificare le
linee e i marchi proposti al mercato. Da fonte americana arriva
un'altra indiscrezione, non confermata, in base alla quale la società
avrebbe l'intenzione di non supportare più Insight Manager Windows
Console, sorta di guida all'uso dei server ProLiant con vario
software applicativo in dotazione, a vantaggio della versione
Web-based, denominata Insight Manager Xe. Entrambi i software
consentono di gestire remotamente le operazioni dei client e dei
server Compaq, sia a base Intel che Alpha.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome