Commvault Metallic, la protezione SaaS abilita Microsoft Azure

Commvault ha annunciato la firma di un importante accordo con Microsoft che prevede l’integrazione in tema di go-to-market, engineering e offerta commerciale della propria offerta per la protezione dei dati Metallic Software-as-a-Service (SaaS) con Microsoft Azure – per offrire una sicurezza affidabile attraverso una gestione SaaS più semplice.

Commvault e Microsoft uniscono due tecnologie – Azure e Metallic SaaS – con l’obiettivo di soddisfare l’esigenza di una robusta protezione dei dati, supportata da una sicurezza scalabile e multilivello. Metallic migliora la protezione dei dati di Microsoft Office 365 in caso di eliminazione accidentale, corruzione e attacchi dolosi. Metallic offre anche una gamma di opzioni aggiuntive che vanno dal backup dei database VMware e Microsoft SQL, alla protezione degli endpoint.
Ricordiamo infatti che Metallic è un’offerta di backup e recovery in modalità SaaS, che consente di proteggere i dati di file e applicazioni on-premise, nel cloud e in ambienti ibridi.

Questa nuova fase della collaborazione nasce dall’utilizzo consolidato da parte di Commvault di funzionalità, tra cui la migrazione di applicazioni e dati, la conservazione a lungo termine e Azure Blob Storage per la sua scalabilità, durata e sicurezza.

Il nuovo accordo prevede la realizzazione di un’offerta SaaS di Metallic Cloud Storage su Azure Blob Storage e ulteriori integrazioni di prodotto con i servizi nativi Azure.

Commvault ha dichiarato che l’annuncio combina due fra le più valide tecnologie enterprise cloud per semplificare e accelerare il percorso dei clienti verso il cloud.
Per Commvault si tratta di un passo importante, che permette inoltre a partner di canale comuni con Microsoft e ai clienti di poter semplificare la protezione dei dati, con un modello SaaS scalabile e cost-effective.