Comincia a farsi strada in Europa in banking on line

Secondo gli esperti della Comunità europea, comincia a farsi strada anche nel nostro continente l’utilizzo del Web per operazioni di tipo bancario. Se da un lato questo genere di attività sono generalmente più economiche e funziona …

Secondo gli esperti della Comunità europea, comincia a farsi strada anche
nel nostro continente l'utilizzo del Web per operazioni di tipo bancario.
Se da un lato questo genere di attività sono generalmente più economiche
e
funzionali, specie in aree come i pagamenti elettronici o lo scambio di
titoli, dall'altro ancora non paiono risolti problemi di sicurezza e anche
di carattere legale (quale legislazione, ad esempio, si applica per
transazioni fra diversi paesi?).
Si sta comunque sviluppando un mercato di service provider a vocazione
finanziaria, che hanno dalla loro la possibilità di offrire una range di
servizi a prezzi contenuti. Gli istituti "tradizionali" stanno a loro volta
considerando nuove strade, ma sembrano per ora orientati alla prudenza.
Secondo l'Istituto per la finanza europea dell'Università del Galles, i
progressi tecnologici hanno già tagliato del 3% all'anno i costi bancari,
nel periodo fra il 1988 e il 1995. Gli studiosi si lanciano ad affermare
che il mercato della compravendita di titoli in Europa sarebbe pronto a
decollare e a trarre vantaggio dal futuro impiego di set-top-box, magari
connessi a televisori, per la navigazione on line.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here