Come scegliere il giusto Wi-Fi

Essenziale la definizione dei criteri utili per selezionare la migliore soluzione Wi-Fi aziendale. Data la complessità raggiunta dagli ambienti wireless business, infatti, non è più sufficiente soddisfare il requisito minimo della connettività di base.

La rete wireless ha smesso di essere qualcosa di carino avere e sta diventando un elemento fondamentale per il business, fino al punto di essere il principale e, a volte l'unico, mezzo di connettività in azienda.

Lo pensa Massimiliano Macrì, Security Solutions Pre-sales Manager Southern EMEA di Enterasys, che rileva come dopo aver deciso crearsi una rete Wi-Fi, uno dei primi aspetti che l’azienda dovrà affrontare è quello di aver chiaro ciò di cui ha bisogno: deve analizzare quale ambiente tecnologico vuole creare, quali sono le esigenze di business, le applicazioni e i servizi che dovranno essere disponibili in mobilità, chi saranno gli utenti e con quali dispositivi si connetteranno e così via.

Diventa centrale, quindi, definire alcuni criteri per selezionare la migliore soluzione Wi-Fi, fermo restando che, vista la complessità raggiunta dalle aziende, oggi non è più sufficiente soddisfare il requisito minimo della connettività di base.

D’altra parte, per Macrì, il costo delle apparecchiature, pur rappresentando un elemento importante, si limita a evidenziare quale soluzione ci si potrà permettere, non rispondendo invece al quesito se è la tecnologia più adeguata alle effettive esigenze.

Esistono allora, per Macrì, cinque criteri chiave che ogni azienda dovrebbe analizzare prima di prendere la decisione finale.

Il costo
Il costo di una soluzione Wi-Fi è un parametro complesso, che va al di là del prezzo di listino dell’attrezzatura corrispondente. In molti casi la soluzione completa, pienamente operativa include non solo il costo delle attrezzature, ma anche molti extra da sostenere a parte, come le licenze, le sottoscrizioni e le altre opzioni diverse. Quando finalmente si ha la soluzione realmente operativa, il costo finale potrebbe essere più alto rispetto al prezzo base.
È importante chiedere al fornitore di specificare esattamente che cosa è incluso nel prezzo di base della soluzione, quali sono le licenze o gli altri accessori che si dovrà acquistare affinché la soluzione comprenda le funzioni necessarie, quali garanzie offrono le attrezzature, e così via.
D'altra parte, quando la  rete è in funzione, non ci si può limitare a considerare solo il costo di implementazione, ma si deve valutare anche il costo di operatività dell’intera soluzione, che in ogni caso, non deve produrre una maggiore complessità di gestione nel reparto It.

Infrastruttura critica
La disponibilità della rete è indispensabile e gli utenti si augurano che la rete Wi-Fi sia costantemente disponibile, da qualsiasi luogo e senza problemi. Per questo motivo occorre sempre verificare se la soluzione offra già nelle funzionalità di base anche l’alta disponibilità della rete, evitandoci così di dover acquistare hardware o licenze aggiuntive.
È importante controllare qual è il meccanismo che assicura la connettività in caso di problemi con il controller e infine se i prodotti sono progettati appositamente per gli ambienti aziendali o sono prodotti per ambienti domestici o small office.

Integrazione con la rete cablata
L’integrazione tra i due ambienti, soprattutto a livello di gestione, è importante dal punto di vista dei costi e dell’efficienza operativa delle infrastrutture.
Una soluzione di gestione Wired/Wi-Fi ben integrata e unificata è in grado di ridurre il TCO, eliminando la necessità di ricorrere ad ulteriori risorse IT, consentendo la gestione della rete da un’unica consolle e offrendo un’elevata user experience.
Per Macrì nel panorama di produttori di soluzioni Wi-Fi per le aziende, non sono molti quelli che sono in grado di offrire questo livello di integrazione. Da un lato si hanno produttori di sistemi Wi-Fi emergenti, che non hanno l'esperienza e le tecnologie adeguate per gestire i dispositivi di rete al di là della rete Wi-Fi. Dall'altro, i produttori tradizionali di reti che hanno sistemi di gestione molto completi, ma non hanno la capacità di integrazione.
È importante dunque analizzare il portfolio completo del produttore, verificando se dispone di soluzioni per entrambi gli ambienti (Wired/Wi-Fi) e il loro livello di integrazione, se viene offerta una singola console di gestione dell’intera rete e se è possibile definire policy e regole di utilizzo una sola volta, senza dover prevedere differenziazioni di sorta.

Densità e capacità richieste
Quando si hanno più utenti mobili che accedono alla rete Wi-Fi da più dispositivi con aspettative, in termini di prestazioni, uguali a quelle della rete cablata, è necessario disporre di un ambiente Wi-Fi pronto per un utilizzo massiccio.
La progettazione di questo tipo di rete è molto più di una semplice implementazione di access point distribuiti casualmente.
In questo caso si deve valutare gli access point necessari per supportare connessioni simultanee o multiple, qual è il rendimento che ci si aspetta da ciascuno affinché non diventino un collo di bottiglia della rete, o ancora se la connessione è semplice e trasparente per l’utente mobile.

Supporto tecnico
Un buon servizio clienti significa molto di più rispetto a fornire un semplice numero telefonico da chiamare in caso di problemi. Un reale servizio di supporto richiede una serie di servizi professionali, che vanno dalla progettazione all’installazione della rete, passando per la formazione tecnica personalizzata fino, naturalmente, alla risoluzione immediata del problema. Si potrà chiedere al produttore se il servizio clienti è un elemento chiave del proprio business oppure se questo viene affidato a terzi in outsourcing, quali esperienze tecniche ha il personale responsabile del servizio e se, in fase di progettazione delle nuove soluzioni, venga coinvolto o meno anche l’ufficio tecnico.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here