Home Cloud Come implementare una strategia di sicurezza dei dati con Google Cloud

Come implementare una strategia di sicurezza dei dati con Google Cloud

La sicurezza dei dati nel cloud è troppo spesso un problema nuovo per i clienti di Google Cloud, ha messo in evidenza la società di Mountain View, e mancano percorsi ben collaudati per la security.

Da parte delle aziende, c’è la consapevolezza che la sicurezza dei dati è fondamentale, ma secondo il parere di Google Cloud si avverte la mancanza di principi ben compresi che possano fare da guida per un efficace programma di sicurezza dei dati.

Sono questi i motivi per i quali Google Cloud ha deciso di condividere in un white paper una visione di come implementare un programma di sicurezza dei dati moderno ed efficace.

Il white paper è intitolato “Designing and deploying a data security strategy with Google Cloud” ed è stato scritto congiuntamente da Andrew Lance di Sidechain (società specializzata in soluzioni di cybersecurity) e dal Dr. Anton Chuvakin, Head of Solutions Strategy di Google Cloud, con l’aiuto anche da parte di altri esperti di Google.

sicurezza Google Cloud

La vision che sottende il white paper viene illustrata dallo stesso Anton Chuvakin.

Gli autori hanno voluto esplorare sia la questione dell’avvio di un programma di sicurezza dei dati cloud native, sia l’adeguamento del programma di sicurezza esistente quando si inizia a utilizzare il cloud computing.

Un’azienda tradizionale in procinto di migrare sul cloud, sottolinea Chuvakin, possiede già alcune capacità di sicurezza dei dati e molto probabilmente ha già un programma di daily security, come parte del proprio programma di sicurezza generale.

Quando si migra parte della elaborazione dei dati e alcuni dei dati stessi nel cloud sorge la domanda sul cosa fare. Il documento cerca di affrontare questo scenario offrendo consigli sulla strategia da prendere, completati da esempi nell’ambito di Google Cloud.

D’altra parte, l’azienda potrebbe essere nativa del cloud ma non avere una strategia già esistente sulla sicurezza dei dati. Tuttavia, se si prevede di elaborare dati sensibili o regolamentati nel cloud, è necessario crearne una.

In questo scenario, il white paper cerca di illustrare come si presenta un programma di sicurezza dei dati nativo del cloud, quali sono alcuni dei modi nativi del cloud per proteggere i dati e altri quesiti di questo tipo.

Man mano che le aziende accelerano la propria trasformazione digitale sfruttando il cloud, avverte Google Cloud, è essenziale che adattino i programmi di sicurezza dei dati a questo nuovo ambiente. E il white paper ha l’obiettivo di aiutarle ad affrontare questa sfida.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php