Arrivano sui rispettivi store le nuove versioni dell’app di messaggistica istantanea: Telegram 4.8.3 per iOS e 4.8.10 per Android. Gli aggiornamenti introducono diverse nuove funzioni, oltre ai consueti miglioramenti che vengono veicolati attraverso gli update.

Gli utenti Android ricevono tre funzionalità aggiuntive, rispetto a quelle accessibili su entrambe le piattaforme. La prima è l’anteprima della chat toccando e tenendo premuto sull’immagine di un profilo. La seconda è l’opzione di creazione di un link nel menu di formattazione del testo. Infine, la possibilità di annullare l’invio di un messaggio prima che sia inviato.

Nuovo Telegram, le novità per iOS e Android

TelegramMa vediamo le novità che interessano tutti gli utenti. La prima, come anticipato, è la possibilità di sostituire foto e video inviati per errore in un messaggio. In Telegram c’è la possibilità di inviare foto e video che si autodistruggono. Ma, che succede se inviamo per errore un’immagine al posto di quella che effettivamente volevamo mandare? C’è la possibilità, entro un certo lasso di tempo, di cancellare il messaggio e inviarlo di nuovo. Con l’ultimo aggiornamento abbiamo anche la possibilità di sostituire il file multimediale inviato, con quello corretto. Farlo è molto semplice, ed è inoltre possibile aggiungere un’etichetta alla foto o al video, se non ne hanno una.

TelegramUna funzione utile quando si ricevono messaggi vocali e video molto lunghi è la riproduzione veloce. Ora c’è la funzione playback 2X che ci consente di scorrere velocemente il messaggio. Il risultato rischia però di essere simile a un cartone animato. Lo sviluppatore assicura di aver cercato di preservare un risultato naturale. O almeno, dovrebbe esserlo nella maggior parte delle circostanze.

TelegramLa nuova versione introduce la possibilità di segnare un messaggio come letto, in modo semplice e veloce. È ora inoltre possibile condividere più informazioni di un contatto. Infine ora, quando si apre una chat da una ricerca, si torna alla lista dei risultati conservando la posizione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome