Home Digitale Colorcopy porta l'in-house manufacturing a MECSPE

Colorcopy porta l’in-house manufacturing a MECSPE

Il Gruppo Colorcopy sarà presente per la prima volta con un’area espositiva a MECSPE 2020, fiera di riferimento per l’industria manifatturiera (Parma, 26-28 marzo 2020) per divulgare la stampa digitale nelle aziende del manufacturing.

Se l’obiettivo oggi condiviso è quello l’ottimizzazione dei processi industriali in chiave 4.0, l’implementazione di sistemi versatili per finiture come la stampa all’interno della filiera porta  numerosi vantaggi: l’in-house manufacturing permette di velocizzare la produzione, custodisce il segreto industriale, rende l’engineering più versatile.

Sono tanti gli ambiti produttivi in cui è richiesta la stampa del prodotto, di alcune parti di esso o del packaging.

E la tendenza oggi è di installare stampanti digitali che permettono di lavorare piccole e medie tirature con numerosi plus: economicità rispetto alla serigrafia, velocità di esecuzione, possibilità di lavorare anche il singolo pezzo.

Questi sistemi vengono impiegati nei reparti R&D per la realizzazione di prove, campionature e mock-up, ma anche nei processi produttivi veri e propri dove i quantitativi spesso sono ridotti perché studiati per rispondere alla richiesta di prodotti sempre più personalizzati e in limited edition.

Il Gruppo Colorcopy da quasi trent’anni è una realtà che offre una gamma completa di soluzioni hardware e software per il digital printing, rappresentando brand quali Roland, Xerox, Agfa e, da due anni, Liyu, astro nascente della stampa industriale di grande formato.

Punto di riferimento nel mondo delle arti grafiche, da tempo il Gruppo Colorcopy ha risposto alle esigenze di industrie attive nei più variegati settori del manifatturiero, grazie a una gamma di soluzioni contraddistinte da unicità delle prestazioni e affidabilità, a cui si affianca il valore aggiunto di un’azienda strutturata capace di soddisfare esigenze di consulenza e assistenza.

Colorcopy porterà a Mecspe un’ampia gallery di materiali stampati ed esempi applicativi ma soprattutto, in rappresentanza dell’ampio catalogo, tre stampanti che saranno in funzione per tutta la durata della manifestazione.

Si parte dalla stampante UV flatbed Roland LEF 300 ideale per oggettistica di piccole dimensioni fino a 10 cm di spessore. Sempre targato Roland, il sistema stampa & taglio LEC2-300, che consente produzioni automatizzate di elevati volumi senza il presidio dell’operatore. Dotato di lampade a LED, garantisce elevati standard qualitativi ed è ideale per la produzione di etichette personalizzate, prototipi di imballaggio e tastiere a membrana molto richieste in ambito industriale.

Ammiraglia per i grandi formati, la flatbed Liyu KC-UV capace di stampare con qualità eccellente e senza l’utilizzo del primer su materiali rigidi quali legno, alluminio, vetro. Con tecnologia Made in Europe ed elettronica proprietaria, questa stampante in piano certificata per l’industria 4.0 garantisce elevata velocità di esecuzione e versatilità senza precedenti. Il processo è facilitato dal piano di lavoro aspirato, dotato di motore inverter che permette di spostare agilmente materiali anche molto pesanti e di mantenerli ben fissati durante la stampa vera e propria.

Disponibile nei due formati 3050×2050 e 2500×1250, KC-UV viene configurata on demand per rispondere perfettamente alle specifiche esigenze produttive del singolo cliente e può essere upgradata nel tempo in base alla crescita dei volumi.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php