Col nuovo Surface Microsoft punta al laptop replacement

Annunciato ieri Surface Pro 3: display da 12 pollici e tanta potenza.

Nella serata di ieri Microsoft ha presentato, così come ampiamente annunciato in precedenza, le ultime novità della famiglia Surface.
Nessun tablet mini, come in molti avevano ipotizzato, ma un dispositivo che viene senza mezzi termini proposto come laptop replacement, a chiusura di un possibile conflitto tra tablet e notebook tradizionale.

Il nuovo Surface, Surface Pro 3 per la precision, ha un display da 12 pollici, uno stand che consente di essere orientate praticamente a qualunque angolatura l’utente desideri, supporta penna e tastiera. Monta processori Intel Core i3, Core i5 e Core i7, include porta Usb 3 e come i modelli precedenti può essere dotato di cover-tastiera in diversi colori.

Sottile e leggero, non a caso il metro di paragone utilizzato in conferenza stampa è il MacBook Air di Apple, pesa 800 grammi, ha uno spessore di 9,1 millimetri e ha una risoluzione di 2.160 x 1.440.

L’aspetto che Microsoft ha messo in maggiore evidenza nel corso della presentazione è stato quello prestazionale: il nuovo Surface può essere il dispositivo sositutivo del laptop perché non ha nulla da invidiare a una macchina di quella classe in termini di funzionalità e prestazioni: per questo le demo si sono incentrate sugli aspetti maggiormente “consuming” come la grafica ad alta risoluzione e l’editing di immagini.

Il nuovo Surface è immediatamente disponibile negli Stati Uniti con un prezzo di partenza di 799 dollari. Non sono al momento disponibili i livelli di prezzo per i mercati esterni agli Usa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here