Home Apps Clubhouse esce dalla beta: il social audio è ora aperto a tutti

Clubhouse esce dalla beta: il social audio è ora aperto a tutti

È passato poco più di un anno, ha sottolineato il team dell’app di social audio, da quando Clubhouse si è affacciata sul panorama internazionale sotto forma di un prototipo grezzo attorno al quale iniziava a formarsi una community di beta tester.

La conversazione è ciò che ci rende umani, hanno evidenziato i fondatori della startup, e molto di buono accade quando le persone si riuniscono per parlare, ma quando la vita si fa impegnativa, la connessione nel mondo fisico può essere difficile da trovare.

Così, il team di sviluppo aveva pensato a come costruire un posto nuovo e più umano su Internet, dove tutti potessero fermarsi a parlare, divertirsi, condividere momenti significativi, approfondire le amicizie, stare insieme e imparare.

Circa dodici mesi dopo, l’azienda ha annunciato che Clubhouse è ora fuori dalla beta ed è aperta a tutti, e pronta per iniziare il suo prossimo capitolo.

Ciò significa innanzi tutto che è stato rimosso il sistema di liste d’attesa, in modo che chiunque possa unirsi al social audio.

Chi ha un club, ora può pubblicare il link in lungo e in largo. Parimenti, i content creator possono ora allargare senza limiti la propria audience. E se si vuole ospitare un evento pubblico, chiunque potrà partecipare.

E per partecipare, come è noto lo si può fare ora sia su iOS che su Android.

Clubhouse

Da sempre l’intenzione era che Clubhouse fosse aperta, ha messo in evidenza il team di sviluppo, ma il sistema a inviti ha avuto un ruolo fondamentale nella fase iniziale. Infatti, aggiungendo persone in modo graduale l’azienda è stata in grado di far crescere Clubhouse in modo misurato e di evitare che l’infrastruttura cedesse man mano che il social cresceva.

E la crescita, come sappiamo, è stata impetuosa. Il team dell’azienda è passato da 8 persone a 58. Il numero di room giornaliere è cresciuto da 50mila a mezzo milione. Dieci milioni di persone sono state aggiunte alla community da quando è stata lanciata la versione Android a metà maggio.

E sono stati inviati novanta milioni di direct messages da quando il team la scorsa settimana ha lanciato Backchannel, il nuovo messaging system di Clubhouse.

Inoltre, la cosa forse più importante, l’ascoltatore medio ora trascorre più di un’ora al giorno su Clubhouse, e un’alta percentuale di persone non si limita ad ascoltare, ma parla anche.

Parallelamente all’apertura per tutti del social, l’azienda ha anche pubblicato il nuovo sito web e lanciato le nuove release dell’app per iOS e Android. Ha inoltre annunciato che update regolari saranno rilasciati al massimo ogni due settimane.

Leggi tutti i nostri articoli su Clubhouse

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php