Oracle nel secondo trimestre fiscale 2019 (chiuso a novembre 2018) ha fatto un fatturato globale di 9,6 miliardi di dollari conseguendo risultati record in ambito cloud.

Con l'Erp Cloud, infatti, Oracle conta 22.000 clienti nel mondo, tra clienti di Fusion Erp e di Netsuite Erp.

Inoltre il cloud è protagonista della crescita dell’azienda anche sul mercato italiano, in cui genera circa il 40% del fatturato complessivo, e oltre l’80% nelle applicazioni.

Come ha spiegato Robert Scapin, Alliance & Channel Leader di Oracle Italia e Francia, in occasione di Oracle Partner Executive Forum, evento che riunisce ogni anno la comunità italiana dei suoi partner, «la business transformation oggi si fa con il cloud di seconda generazione».

Robert Scapin, Alliance & Channel Leader di Oracle Italia e Francia

Stiamo parlando di un cloud più sicuro che tiene staccata la parte dedicata al cliente da quella che fa girare la piattaforma, e soprattutto un cloud di classe enterprise.

«Adesso è il momento di farlo partire - ha detto Scapin - e per farlo servono i partner».

Per portare a compimento l'iniziativa Oracle ha delineato nuovi scenari e messo in campo un nuovo modello di go-to-market, pensato per moltiplicare le opportunità di crescita: facendo leva sia sui punti di forza ormai consolidati, come la leadership in ambito SaaS, sia puntando sulle innovazioni tecnologiche che caratterizzano le evoluzioni nell’offerta dell’azienda.

Le direttrici di Oracle: partner selezionati e certificati, con ruoli diversi: SaaS, con advocacy e focus su ultimo miglio a valore per far diventare il cliente un caso di successo, e tech & systems.

Il valore delle competenze, ha detto Scapin è strategico, quindi Oracle spinge alla certificazione.

Il manager ha fatto l’esempio dell’Oracle Partner Cloud Evolution Center avviato da ComputerGross nel 2017 e che è diventato un hub dedicato all’innovazione, alla business transformation e all’adozione del cloud che eroga training e formazione, fa demand generation, trasformazione degli ISV in termini di competenze e migrazione allo sviluppo di soluzioni e applicazioni.

Oracle Award

Come di consueto durante l’annuale Oracle Executive Partner Forum sono stati assegnati gli Oracle Award, un riconoscimento ai Partner che hanno saputo distinguersi in varie aree e categorie di business.

Autonomous Database: i vincitori sono stati due.

  • Bridge Consulting è stata premiata per aver realizzato a favore di Unicoop Firenze un proof of concept su Autonomous Database - DataWarehouse e APM
  • RED Reply ha investito nelle nuove tecnologie Autonomous Database avviando a inizio 2019 un progetto Autonomous DataWarehouse in Verti Assicurazioni, investendo molto in certificazione e formazione del suo personale e attivando numerosi altri progetti di successo.

ERP Cloud: Deloitte è stata premiata per un approccio completo, agile, multidisciplinare allo sviluppo di soluzioni ERP Cloud che ha consentito tra l’altro di supportare l’azienda Amplifon nel  progetto “One Amplifon Transformation” (1AT) per la sua digital transformation.

Cloud Implementation Excellence: Accenture è stata premiata per la sua capacità di implementare progetti cloud trasversali a tutta la suite Oracle (Saas, IaaS, PaaS) con successo, sostenuta anche da un impegno di formazione e certificazione del personale molto elevato.

CX Cloud: Sopra Steria è stata premiata per avere implementato il primo progetto Oracle Commerce Cloud sul mercato italiano, a favore di Giglio Group, in meno di 4 mesi – adottando l’offerta Oracle per rispondere alle esigenze specifiche di mercati quali il retail e il fashion in ottica di gestione multicanale

HCM Cloud: Accenture è stata premiata per aver saputo realizzare con successo implementazioni integrate di Oracle Talent Management e per aver dimostrato capacità di supporto in ottica evolutiva per tutta l’offerta HCM Cloud Oracle, condividendo strategie e roadmap

IaaS e PaaS: Italware (azienda del gruppo Digital Value) è un Partner altamente specializzato che ha realizzato progetti altamente innovativi in ambiti IaaS e PaaS, contribuendo al successo di aziende come Tim. Del gruppo Digital Value fa parte anche ITD Solutions, che ha ottenuto a propria volta un Oracle Award per un progetto di migrazione al cloud realizzato per BCube, realtà che si occupa di logistica integrata per la catena della distribuzione.

Innovation: anche in questa categoria i vincitori sono due:

  • GN Techonomy ha scelto di focalizzarsi fortemente sull’offerta innovativa Oracle (Chatbot, Blockchain, IoT); è stata premiata per aver affiancato a un forte investimento in formazione e innovazione la realizzazione di numerosi casi e progetti di successo che applicano le tecnologie emergenti ad aree quali: l’assistenza agli utenti (Università di Bergamo), l’anticontraffazione (Beretta), hospitality e smart contract (Halldis), ERP Cloud (Building Energy).
  • R1 Group ha sviluppato molte implementazioni di successo a livello IaaS/PaaS e DaaS con aziende quali Ania, Metaenergia, Amex, Conad del Tirreno e in quanto partner Platinum ha investito in modo strategico su tecnologie e specializzazioni Oracle

Systems: TAI Solutions è stata premiata perché propone l’intero portafoglio Oracle Engineered Systems completandolo con l’offerta software Cloud/On Premise per rispondere alle esigenze di clienti strategici quali Unicredit e Sisal.

Volume Sales: Var Group è stata premiata per essere stata protagonista con i suoi risultati nel mercato “a volume”, basandosi su proposte incentrate sul Cloud come scelta strategica vincente.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome