Home Cloud Cloud data management, perché Rubrik propone una rivoluzione

Cloud data management, perché Rubrik propone una rivoluzione

Rubrik ha sviluppato una piattaforma di cloud data management software defined, veicolata attraverso appliance convergenti, che sta suscitando interesse.

Il cuore dell’offerta di Rubrik è proprio la tecnologia di data management, che viene messa a disposizione in modo coerente con le esigenze delle infrastrutture di data center. Esigenze il cui denominatore comune risiede nella virtualizzazione e nell’integrazione di risorse cloud.

Rubrik Polaris è una piattaforma SaaS che crea un sistema unico di catalogazione delle informazioni di business per tutte le applicazioni aziendali che operano nei datacenter e nei cloud. Questo sistema di catalogazione comprende ricerca nativa, orchestrazione dei workflow, e un content catalog globale, che vengono esposti tramite un’architettura open API.

Cristian Meloni countryu manager Rubrik

Per capire la portata della “rivoluzione” Rubrik abbiamo intervistato Cristian Meloni, ‎Country Manager di ‎Rubrik in Italia

Perché definite rivoluzionario l’approccio al data management di Rubrik?

È rivoluzionario perché con la nostra piattaforma di cloud data management è stato abbandonato il modello infrastrutturale classico costituito da una moltitudine di ruoli specializzati e specialistici che interagiscono tra di loro per il corretto funzionamento della soluzione. Rubrik è una piattaforma cloud-native, dove ogni nodo della soluzione implementa tutte le funzionalità della soluzione stessa e rende il sistema scalabile senza limiti (scale-out), ma allo stesso tempo non introduce single point of failure (SPOF). Rubrik semplifica la gestione dei propri dati ed elimina i costi legati a forklift upgrade e gestione degli innumerevoli oggetti presenti in infrastrutture di data management tradizionali. Rivoluzionario è anche il modo di accedere ai dati gestiti, la funzionalità più importante di una soluzione di protezione: ricerche predittive granulari istantanee e indipendenti dalla posizione fisica del documento ricercato (sede remota, datacenter o cloud) e accensione istantanee delle proprie applicazioni, siano esse macchine virtuali o database relazionali. Il pieno controllo del dato – indipendentemente dall’infrastruttura d’origine – è alla base del cosiddetto application mobility di Rubrik.

Come è stato accettato finora sul mercato? Cosa cercano i clienti?

La diffusione di Rubrik a livello globale non ha precedenti in termini di velocità di adozione di una nuova tecnologia. Questo vale a livello americano, dove l’azienda ha iniziato a vendere la propria piattaforma di cloud data management nel giugno del 2015, ma anche in Europa a partire dall’anno successivo e anche nella nostra penisola, dove abbiamo lanciato la filiale a gennaio 2017. Tanti i motivi di questa crescita esponenziale; a nostro avviso tre quelli che più si adattano alla realtà italiana: i clienti cercano semplicità, i clienti hanno necessità di ridurre i costi ricorsivi e operativi e i clienti esigono sicurezza.

Insistete sul concetto del “non solo backup”. Cosa significa?

Rubrik non è un semplice prodotto di backup, ma una piattaforma di cloud data management. La tecnologia  permette di estrarre reale valore dai dati protetti: permette per esempio di rendere disponibili – a partire da questi dati – ambienti di test, di pre-produzione, e non solo per macchine virtuali ma anche per database relazionali. Replica e disaster recovery sono nativi e lo sono anche verso il Cloud pubblico, che alla stregua di una piattaforma on-premise può essere sfruttato per archiviare i propri dati, per rendere disponibili ambienti di test o sviluppo, piuttosto che erogare servizi in caso di disaster recovery vero e proprio. Ricerche predittive semplificano l’individuazione dei documenti da recuperare e il motore Envision di analytics permette una analisi di dettaglio delle proprie informazioni. La garanzia di protezione da attacchi Ransomware, l’encryption everywhere, l’essere compliant con le richieste in termini di protezione dati da parte del GDPR completano il quadro, anche se il fatto di essere una piattaforma API-first, garantisce l’espansione futura dei servizi che potranno essere aggiunti alla nostra piattaforma, da Rubrik stessa o da terze parti.

Ci sono verticali in cui la vostra proposta ha maggiore successo? Chi è il vostro cliente tipo?

Tutti i clienti hanno necessità di gestione e protezione dati, non c’è quindi un vertical dove la nostra tecnologia si adatta meglio. L’infrastruttura minima per Rubrik è composta da un centinaio di macchine virtuali da proteggere (se vogliamo utilizzare questa “unità di misura”), ma se queste arrivano alle migliaia o decine di migliaia il discorso non cambia grazie alla scalabilità orizzontale (scale-out) infinita; se un’Azienda ha iniziato a utilizzare il Cloud pubblico troverà benefici importanti nell’adottare la nostra piattaforma e se non lo ha ancora fatto, potrà essere l’occasione per iniziare a toccarne con mano i benefici. Essendo una piattaforma che nasce per offrire servizi, con logiche native di multi-tenancy e sicurezza by design, i Service Provider sono inoltre una categoria che sta’ ampiamente adottando la nostra piattaforma. Gli stessi Service Provider ci aiutano nell’indirizzare invece il mercato di aziende SMB.

Stando all’attualità, il GDPR davvero una leva di investimento per le aziende?

Il GDPR è sicuramente una leva di investimento ed allo stesso tempo un mezzo per le aziende di portare innovazione all’interno delle proprie infrastrutture IT. I clienti spinti dalla necessità di adeguarsi all’insieme di regolamentazioni in materia di gestione dei dati personali, si sono trovati nelle condizioni di rivedere i processi interni di gestione dei dati, e di conseguenza anche delle infrastrutture e delle soluzioni di data management in essere. In nome della compliance al GDPR, protezione, sicurezza, automazione, archiviazione e disaster recovery, sono solo alcune delle tematiche su cui investire e che sono parte integrante dell’offerta Rubrik.

L’annuncio più recente è Polaris, una piattaforma SaaS. Che prospettive vi apre?

Polaris è la prima piattaforma SaaS del mercato per applicazioni di Data Management; fornisce un framework basato su policy globali, orchestrazione dei workflow e deep data intelligence sotto forma di applicazioni erogate via cloud. Queste applicazioni andranno ad affrontare problematiche fondamentali per le aziende, come mitigazione del rischio, compliance e governance. Essendo Polaris basato su open API, Rubrik e altri sviluppatori sfrutteranno queste API per offrire applicazioni di data management di valore, aprendo quindi nuovi scenari e prospettive di collaborazione con aziende terze.Polaris GPS è soltanto la prima di tante applicazioni di data management a essere disponibile su piattaforma Polaris SaaS.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php