Clavister, sicurezza scalabile “chiavi in mano”

Con le appliance Security Gateway, la casa svedese offre firewall, Vpn e intrusion prevention a Pmi e service provider.

L’essenza dell’offerta Clavister, che produce gateway di sicurezza (firewall, Vpn, intrusion prevention) sotto forma di appliance "chiavi in mano", sta tutta nel software. Da un punto di vista tecnologico, le appliance Clavister Security Gateway non dipendono da alcun sistema operativo commerciale (Windows, Linux o NetBsd) o realtime. Sfruttano, invece, un tool estremamente compatto che abilita alle varie funzioni.


Sulla base di questo "core", la società svedese ha costruito la serie di soluzioni Security Gateway, dotate tutte dello stesso software e differenti solo per le prestazioni: dai 50 Mbit/s della gamma sg 30 destinata a uffici remoti o piccole aziende ai 4 Gb/s della serie sg 4400, indicata per reti telco o data center che veicolano un elevato traffico Vpn. Dal catalogo è escluso solo il target prettamente Soho. "Cambia la banda passante ma lo strato software rimane lo stesso - ha precisato Nicola Sotira, technical manager di Clavister Italia -. Questo significa che tutte le appliance sono scalabili solo aggiornando la licenza. In pratica, forniamo al cliente una macchina in sé di fascia alta, ma con la logica del pay per use. In più, è possibile scegliere di acquistare solo il software, che gira su qualsiasi piattaforma x86, e dotarsi di una soluzione equivalente. Questa è stata, per esempio, la scelta di Caspur (Consorzio interuniversitario per le Applicazioni di Supercalcolo per Università e Ricerca, ndr) che installa la nostra piattaforma su server acquistati a condizioni vantaggiose".


Nel futuro c’è il wireless


L’evoluzione della proposta è avvenuta anche in modo "tattico", nel senso che alle funzioni base sono state via via affiancate caratteristiche recepite dai clienti. Discorso che vale anche per l’Italia, come ha precisato Sotira. "In sostanza, abbiamo monitorato le esigenze del nostro mercato e le abbiamo riportate alla casa madre svedese, che ha provveduto all’integrazione di nuove funzioni nell’offerta. Tra queste, caratteristiche di bandwith management e una forte predisposizione per i servizi wireless".


Proprio quest’ultimo argomento rappresenta il principale fronte dell’attuale aggiornamento di piattaforma. Se l’ultima versione del software, la 8.5 (nata a inizio anno) ha puntato soprattutto sulla gestione sicura del VoIp e su alcune funzioni mirate, con la nuova release 8.6, in fase di debutto, sono in primo piano le innovazioni per le applicazioni wireless/Wi-Fi. La nuova focalizzazione di Clavister è mostrata, nel concreto, dalla collaborazione in atto con VideoBank, communication service provider specializzato nei servizi di comunicazione via satellite e Wi-Fi, che tra l’altro ha fruttato a Clavistre la fornitura dell’infrastruttura di protezione della rete Wi-Fi del Taormina Film Festival.


Dal punto di vista anagrafico, Clavister nasce nel 1997 in Svezia e conta oggi circa 100 dipendenti. In Italia è presente dal 2001 con una filiale a Torino. Oltre alla clientela Tlc (con Wind in prima fila), la società annovera in Italia un ventaglio trasversale di realtà del medio mercato, facenti parte prevalentemente dei settori finanziario-bancario, dell’editoria e dei trasporti.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here