Cisco e Novell si uniscono a Future I/O

Cisco e Novell sono entrate a far parte del consorzio Future I/O, che intende sviluppare un’altrernativa futura al bus Pci e che si pone in sostanziale competizione, al momento, con Ngio (Next Generation I/O) di Intel. Il raggruppamento è stato …

Cisco e Novell sono entrate a far parte del consorzio Future I/O, che
intende sviluppare un'altrernativa futura al bus Pci e che si pone in
sostanziale competizione, al momento, con Ngio (Next Generation I/O) di
Intel. Il raggruppamento è stato promosso da Ibm, Compaq, Hewmett-Packard
e
ha trovato il consenso di altri costruttori, anche specializzati (come
Adaptec). Future I/O si propone di le prestazioni complessive del
trasferimento dati fra server e dispositivi periferici in rete. Laddove Pci
oggi offre 500 Mb/s di banda utilizzabile, i futuri sottosistemi dovrebbero
arrivare a 2,5 Gb/s.
Cisco intende contribuire al progetto integrando Ipv6 nelle specifiche di
Future I/O, che dovrebbero essere completate entro dicembre. Il nuovo bus
potrebbe anche essere incluso negli switch e router del costruttore,
fornendo un bridge fra l'Ipv6, che gira su schede di interfaccia di rete e
Ipv4, usato su Internet. Novell, invece, ha in programma di integrare
Future I/O nei propri Nds, consentendo di gestire per questa via i
dispositivi che supporteranno il nuovo bus. Va detto che questi prodotti
non sono attesi; comunque, prima di un anno.
Il gruppo di promotori di Future I/O si è dato la forma di "Special
Interest Group" (Sig), che sarà coordinato da una terza parte, la
californiana Enterprise Venture, alla quale sarà demandato il compito di
gestire le richieste e le comunicazioni fra i partecipanti, così come di
organizzare forum, distribuire le specifiche e sollecitare gli input

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here