Cisco Avvid beneficia dell’accordo con Compaq

Il predominio tecnologico che Cisco ritiene di avere nel campo delle architetture integrate voce, dati e video su Ip ha un’importanza molto relativa se questa supremazia non si traduce in una serie di implementazioni e supporti da parte di chi controll …

Il predominio tecnologico che Cisco ritiene di avere nel campo delle
architetture integrate voce, dati e video su Ip ha un'importanza
molto relativa se questa supremazia non si traduce in una serie di
implementazioni e supporti da parte di chi controlla le piattaforme
hardware. E' uno dei motivi per cui Cisco, nel tentativo di
accelerare i ritmi di penetrazione delle soluzioni Avvid ha
costituito con Compaq Computer una alleanza per la fornitura
dell'hardware e dei servizi di implementazione necessari alle aziende
che decidono di compiere il delicato passaggio dal tradizionale Pbx
alla telefonia basata su Ip. Al cuore dell'architettura Avvid Cisco
ha posto un server di "media-convergence" costituito dal software
Cisco CallManager fatto girare su sistemi Compaq ProLiant. Con la
formalizzazione di questo accordo Cisco e Compaq si sono impegnate a
sviluppare server di convergenza mediatica che interesseranno tanto
la fascia bassa che il segmento più elevato della famiglia ProLiant.
Sulla prima Cisco offre la combinazione di Avvid con il sistema
Compaz Dl320, un server a singola Cpu in genere utilizzato per
applicazioni di Web serving. Sarebbero oltre 11.000 le configurazioni
DSl380 e Dl320 vendute dal settembre 1999 da Compaq e Cisco, a prezzi
variabili tra i 10 e i 20mila dollari per configurazioni che sono
particolarmente indicate alle aziende più piccole interessate a una
soluzione integrata come alternativa al più classico abbinamento
Pbx/Lan.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here