Cisco aggiorna la sua offerta QoS

Il nuovo software rilasciato da Cisco Systems è progettato per facilitare l’amministrazione delle politiche di QoS nelle reti di grandi dimensioni. QoS Policy Manager 2.0, è caratterizzato da notevoli migliorie nelle funzioni di controllo …

Il nuovo software rilasciato da Cisco Systems è
progettato per facilitare l'amministrazione delle
politiche di QoS nelle reti di grandi dimensioni. QoS
Policy Manager 2.0, è caratterizzato da notevoli
migliorie nelle funzioni di controllo della qualità
del servizio nell'ambito di reti convergenti voce,
video e dati. Rispetto alla precedente versione Qpm
1.1 il software supporta una gamma ancora più estesa
di dispositivi e piattaforme software. Il pacchetto è
stato sviluppato per server Windows e Unix e vanta una
interfaccia utente che consente di impostare e
amministrare le varie policies. L'amministratore di
rete può utilizzare Qpm 2.0 per impostare i livelli di
priorità nelle code di traffico. Flussi più sensibili
di altri alla latenza di rete, come il video e la voce
in real time, possono avere la precedenza rispetto
alle informazioni meno urgenti, come la posta
elettronica e la messaggistica in generale. Anche
l'aspetto dell'affidabilità della trasmissione è stato
rivisto e potenziato. Ora Qpm può individuare i
mutamenti apportati alla configurazione degli apparati
ed etichettare e raggruppare più dispositivi,
interfacce e Lan virtuali. L'amministratore può
ripristinare le politiche precedentemente impostate e
tornare a utilizzarle qualora i cambiamenti dovessero
rivelarsi inadeguati. Tra le nuove funzioni di
sicurezza, c'è il blocco selettivo dei pacchetti in
base alla singola porta. Altre funzioni sono orientate
in modo specifico al Voice over Ip. Qpm può essere
usato in combinazione con CiscoWorks Service
Management Solution per monitorare i livelli di QoS in
relazione alle politiche applicate.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here