Chrome 15 dà più spazio alle applicazioni

Dopo aver rivisto il look del Web Store (decisamente in stile Apple), Google propone una nuova edizione del browser che risulta sempre più votata all’integrazione e all’uso di app.

Google ha rilasciato la versione finale di Chrome 15. La nuova release del browser
introduce soprattutto modifiche visuali, tutte incentrate sulla pagina che
viene mostrata allorquando l'utente richieda di aprire una nuova scheda ("tab"). All'interno di tale pagina,
come noto, vengono mostrate alcune "miniature" che raffigurano il
contenuto della home page di ciascuno dei siti web che, nel corso del tempo, si
sono visitati con maggior assiduità. I due evidenti link Più visitati e Applicazioni
consentono, rispettivamente, di accedere subito alla schermata contenente la
lista dei siti più frequentati e le applicazioni installate in Google Chrome.

Proprio nelle scorse ore Google aveva apportato un marcato maquillage al suo Chrome Web
Store
, sito che vuol diventare il punto di riferimento per l'aggiunta di
componenti addizioni nel proprio browser web. Il layout scelto (ved. questa pagina) fa un
utilizzo abbondante degli elementi grafici ricordando da vicino l'impostazione
scelta da Apple per il suo Mac App Store.

Una volta installate, le applicazioni per Google Chrome possono essere
liberamente organizzate nella nuova "tab"
del browser o eliminate semplicemente effettuando un'operazione di
trascinamento verso il bordo inferiore della finestra.

"Sotto il cofano" di Chrome è stata poi risolta una ventina di
vulnerabilità di sicurezza, alcune delle quali con un livello di criticità
piuttosto elevato.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here