Home Soluzioni Smart Home Ces 2022: Alexa va nello spazio e le altre novità di Amazon

Ces 2022: Alexa va nello spazio e le altre novità di Amazon

Amazon non è stata fisicamente presente al Ces quest’anno, ma in occasione dell’evento internazionale di Las Vegas ha comunque condiviso diversi annunci relativi alle proprie tecnologie, a partire dall’assistente virtuale Alexa.

In partnership con Lockheed Martin, Amazon ha innanzitutto annunciato l’intenzione di inviare Alexa nello spazio come parte di Artemis I, la prima di diverse missioni della NASA che porteranno la prima donna e la prima persona di colore sulla Luna.

Alexa parteciperà alla prossima missione come parte di Callisto, un carico di dimostrazione tecnologica incorporato nella navicella Orion della NASA e costruito in una collaborazione tra ingegneri di Amazon, Lockheed Martin e Cisco.

Alexa è una delle molte nuove tecnologie innovative che saranno testate con Artemis I, e l’integrazione aiuterà le persone coinvolte a esplorare come la tecnologia vocale e l’intelligenza artificiale possono assistere gli astronauti nelle missioni future.

Lockheed Martin ha progettato un hardware custom spaziale con Alexa integrata, assicurandosi che il dispositivo potesse resistere agli urti e alle vibrazioni intense del lancio e all’esposizione alle radiazioni derivanti dal passaggio attraverso le radiazioni delle fasce di Van Allen.

Amazon ha fornito il software di elaborazione acustica e audio per supportare le interazioni vocali a distanza attraverso Alexa, perfezionando gli algoritmi per tenere conto del rumore dei motori e delle pompe e del riverbero associato a così tante superfici metalliche all’interno della cabina.

Amazon Alexa nello spazio

Callisto è anche dotato della tecnologia Local Voice Control di Amazon, che permette ad Alexa di funzionare in aree con connettività limitata o assente.

Combinando l’intelligenza artificiale di Alexa con l’elaborazione locale a bordo del veicolo spaziale – ha sottolineato Amazon –, è possibile bypassare il delay associato all’invio di informazioni dalla Luna alla Terra e viceversa, e consentire ai futuri astronauti di accedere a informazioni e funzioni specifiche quasi istantaneamente.

Dallo spazio alle auto

Fire TV – ha poi annunciato Amazon – ha superato l’importante traguardo di oltre 150 milioni di dispositivi venduti in tutto il mondo, e ora l’azienda sta introducendo una nuova esperienza Fire TV per l’auto.

Gli utenti saranno in grado di utilizzare Alexa o i controlli touch sullo schermo per accedere a più di un milione di episodi televisivi e film su Fire TV in auto, compresi i preferiti di Prime Video, per ora negli Stati Uniti.

Inoltre, Amazon farà corrispondere l’esperienza di Fire TV attraverso i dispositivi con impostazioni personalizzate. In modo che la propria Fire TV abbia lo stesso aspetto sia sulla TV del salotto che in auto.

Sarà anche possibile interrompere la riproduzione a casa e riprendere il programma in macchina. La Fire TV sarà disponibile come opzione su Jeep Wagoneer, Grand Wagoneer e Grand Cherokee; Chrysler Pacifica, Ford Expedition e Lincoln Navigator.

Fire TV

Inoltre, al Ces 2022 BMW ha mostrato un’anteprima assoluta di Amazon Fire TV integrata nel suo nuovo Theatre Screen.

Si tratta di un’esperienza immersiva simile al cinema, per i passeggeri che occupano i sedili posteriori, che offre la più alta risoluzione e il display più grande di qualsiasi esperienza Fire TV in auto, il tutto in 4K.

Nuove funzioni per Ring Alarm

Ring Alarm è un sistema per la sicurezza domestica che può fornire un ulteriore livello di protezione con l’aggiunta di una varietà di sensori opzionali.

In occasione del Ces, Amazon ha annunciato un nuovo sensore di rottura vetri, Ring Alarm Glass Break Sensor, che permette di personalizzare ulteriormente il proprio sistema di sicurezza domestica.

Ring

Questo nuovo sensore utilizza la tecnologia di intelligenza artificiale per rilevare con precisione eventi di rottura del vetro, come finestre rotte o incrinate, fino a 25 metri di distanza ed eliminando i falsi allarmi come il tintinnio di chiavi o piatti.

Se viene rilevato un suono, l’utente riceve una notifica sul proprio dispositivo mobile. È anche possibile aggiornare le impostazioni per attivare automaticamente la sirena Ring Alarm quando è attiva la modalità Home o Away.

Nonché ricevere una chiamata dal centro di monitoraggio se l’utente è iscritto al monitoraggio professionale con un abbonamento Ring Protect Pro.

Le startup di Alexa Fund

Dal Ces, da parte di Amazon, arrivano novità non solo per gli utenti finali, ma anche per gli sviluppatori e i produttori di soluzioni per l’ecosistema Alexa.

L’Alexa Fund offre supporto a imprenditori e startup che stanno contribuendo a plasmare il futuro della voce, dell’ambient computing, della robotica e dell’intelligenza artificiale.

Al Ces, una società dell’Alexa Fund, Labrador Systems, ha presentato il suo robot personale progettato per consentire agli individui di vivere in modo più indipendente fornendo assistenza pratica e fisica per le attività quotidiane in casa.

Alexa Fund

È possibile utilizzare un dispositivo abilitato Alexa per chiedere al Labrador Retriever di spostare grandi carichi per la casa o avvicinare oggetti in modo che siano a portata di mano.

Oltre a Labrador, altre società Alexa Fund e Alexa Startup, tra cui Endel, TalkSocket, Embodied, Asleep, CLMBR e Mui Labs, hanno anch’esse condiviso le loro ultime invenzioni.

Matter, per sviluppatori e produttori

Amazon ritiene che la smart home includerà dispositivi di molte aziende e marche diverse, e che sia utile riunire questi vari dispositivi e servizi. Per questo l’azienda sostiene i principali standard e protocolli per la smart home, tra cui Matter.

L’anno scorso Amazon ha annunciato l’imminente arrivo di Matter sulla maggior parte dei dispositivi Echo e che i device Echo (4a generazione) ed eero diventeranno border router Matter Thread.

Amazon si è anche impegnata a portare Frustration-Free Setup in Matter e si è assicurata che tutte le funzionalità di cui un dispositivo avrebbe avuto bisogno per implementare Frustration-Free Setup fossero nelle specifiche Matter, senza bisogno di codice custom o kit di sviluppo software.

Amazon Echo Matter

Ora, la documentazione Frustration-Free Setup è disponibile per la review da parte dei produttori di dispositivi. Marche come eWeLink, Ledvance, Sengled, TP-Link, Tuya e Lifx stanno già collaborando con Amazon per offrire una migliore esperienza di configurazione.

Amazon sta anche lavorando con Philips Hue, Resideo e altri partner per implementare la funzionalità Commissionable Endpoint per Alexa, che consente di aggiungere dispositivi Alexa come secondi amministratori per i dispositivi Matter, in modo da poter sfruttare i controlli della smart home anche quando la connessione Internet è fuori uso.

Amazon sta inoltre collaborando con i fornitori di silicio, tra cui SiLabs, Espressif, Beken, Realtek, Nordic e TI, per il supporto di funzioni come Frustration-Free Setup.

I fornitori di silicio hanno iniziato a sviluppare le loro offerte Matter, che spesso includono strumenti e ambienti di test per sviluppatori e produttori di dispositivi.

Questo lavoro di convalida permette ai fornitori di silicio di commercializzare un Matter System on a Chip (SoC) che supporta Frustration-Free Setup.

Leggi tutti i nostri articoli sul Ces 2022

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche

css.php