Quello della mobilità del futuro e dei veicoli autonomi e connessi è stato senz’altro uno dei temi principali della fiera internazionale Ces 2020 di Las Vegas e lo ha dimostrato anche l’azienda di Jeff Bezos con la sua esposizione Amazon Automotive.

Che il gigante dell’ecommerce potesse avere dei collegamenti così stretti e avanzati con l’industria automobilistica avrebbe forse sorpreso, fino a qualche tempo fa. Non più, ora, in un’epoca in cui per il settore automotive sono diventate essenziali tecnologie quali l’intelligenza artificiale, il cloud e l’edge computing, l’Internet of Things, il 5G e altre del panorama delle telecomunicazioni e dell’high tech.

Amazon Automotive

Nell’ambito di Amazon Automotive l’azienda ha voluto mostrare, nel Convention Center di Las Vegas, il lavoro svolto “dietro le quinte” per supportare i produttori di auto e gli sviluppatori a creare veicoli software-defined di prossima generazione. E non con una singola iniziativa, ma con svariate partnership e attività di sviluppo.

Le dimostrazioni presentavano infatti diverse idee di integrazione dei veicoli con soluzioni di connettività, software, app, sensori, tecnologie di machine learning e altro ancora.

Amazon Automotive

La demo interattiva mostrata in collaborazione con Karma Automotive e Blackberry QNX era basata su AWS IoT e su modelli di inferenza di machine learning sviluppati utilizzando Amazon SageMaker e mostrava come vengono utilizzati i dati della flotta di veicoli elettrici Karma per prevedere lo stato della batteria e come i modelli cloud-trained sono eseguiti sull’edge, nel veicolo, per rilevare i gesti che controllano le funzioni del veicolo stesso.

Il Cadillac Customer Journey era una demo interattiva e immersiva di un'esperienza di acquisto basata sui dati per, coinvolgere i clienti in ogni punto di contatto: potenziata da ZeroLight e in esecuzione su AWS, la demo utilizzava immagini 3D generate in tempo reale su istanze EC2 dotate di GPU.

Non solo AWS, ma anche l’assistente virtuale di Amazon trova posto nei veicoli connessi del futuro (e del presente). Amazon ha mostrato come si possa utilizzare l’SDK Alexa Auto e diversi servizi della piattaforma di machine learning di AWS per creare un assistente interattivo all'interno del veicolo ed eseguire azioni quali: memorizzare i profili dei driver nel cloud e sfruttare Amazon Rekognition per caricare il profilo corretto per l’autista, rilevare comportamenti ripetuti e altre.

In Amazon Automotive è stato inoltre mostrato come Rivian stia usando una profonda integrazione di Alexa Auto SDK sul prossimo truck elettrico R1T dell’azienda, per controllare le funzioni principali del veicolo. Un’altra serie di integrazioni in via di sviluppo tramite Alexa è quella con la smart home, in entrambe le direzioni, home-to-car e car-to-home.

Demo con Accenture hanno mostrato soluzioni per offrire esperienze di trasporto personalizzate e per la data monetization in rispetto della privacy, basata su Amazon QLDB e AWS Data Exchange.

Connected Vehicle Reference System (CVRS) di Denso è un servizio di mobilità intelligente end-to-end basato sulla soluzione AWS Connected Vehicle.

WeRide, invece, è una società che gestisce una flotta di veicoli autonomi in Cina: il training di machine learning di supporto è eseguito su AWS, così come l'intero sistema di gestione della flotta.

Unity, la piattaforma di sviluppo di contenuti 3D in tempo reale, non potenzia solo i videogiochi, ma ha un ampio utilizzo anche nel campo automotive e dei trasporti. In Amazon Automotive, la demo riguardava una simulazione di veicolo autonomo Software-in-Loop realizzata con Unity, in cui veniva utilizzata un’accurata rappresentazione fotorealistica di Berlino, con la possibilità di variare dinamicamente parametri come il tempo, le condizioni meteorologiche e lo scenario. Sfruttando il framework Unity Simulation e AWS, venivano generate e utilizzate in parallelo 100 permutazioni di ciascuna scena come dati di training.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato sulle novità tecnologiche iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome