C&c e Internet per la "nuova" E-group

Il distributore ristruttura la società e si attiva con un piano di recruiting di nuovi dealer grazie anche all’apertura di punti vendita all’ingrosso

Febbraio 2006, Mercato fiacco? E-group gli dà la carica. Tra cash &carry,
Internet, nuova logistica e servizi di finanziamento, il distributore
di Baranzate di Bollate (Mi) punta al raddoppio, sia in termini di anagrafiche
clienti, sia di fatturato. «In un momento di stasi generale
del mercato, vogliamo dare un segnale positivo ai clienti e ai vendor

- ha dichiarato Aldo Ursino, presidente di E-group -,
con l'intenzione di diventare leader riconosciuti nel campo della distribuzione.
La nostra azienda cambia pelle, a partire dalla fusione delle quattro
società che originariamente componevano il Gruppo in un'unica realtà.
Ora vogliamo puntare alla comunicazione per rendere riconoscibile sul
mercato il nostro nome, le nostre attività e anche il brand dei
nostri prodotti, i pc Reckon»
.

I plus che il management evidenzia stanno nella prossimità e nei
servizi rivolti ai dealer, destinati ad aumentare di numero, «principalmente
rivenditori a valore
- interviene il direttore marketing Tommaso
Pantuso
-, alcuni dei quali saranno seguiti da account per
la realizzazione di progetti. Quindi, i cash& carry (il primo della
serie è stato da poco inaugurato a Palermo), ai quali è
destinata la copertura del mercato locale. Oltre tale raggio la vendita
avviene tramite teleselling, gestito da un team di cinque persone. A oggi
abbiamo un'anagrafica di 2.750 clienti, che pensiamo di raddoppiare entro
il 2006»
.

Un raddoppio di clienti che la società stima porterà i milioni
del fatturato dai 63 generati nel 2004 ai 100 attesi nel 2006. «Crescita
che avverrà anche per linee esterne
- anticipa Ursino -.
Stiamo, infatti, lavorando per fare acquisizioni e, in seguito a ciò,
anche la numerica dei cash&carry potrebbe essere superiore a quella
che abbiamo previsto»
. Ma un contributo al fatturato arriverà
anche dal sito Web del distributore, che nella nuova versione consente
di acquistare on line, e attraverso il quale dovrebbe passare il 25% degli
ordini, facilitati da una nuova logistica, centralizzata e gestita attraverso
il gestionale Aure (prodotto da Itaware, società
del Gruppo).

A
questo si aggiungono i servizi finanziari e l'assicurazione del
credito indirizzati ai dealer e ai loro clienti, grazie alla collaborazione
di Mediofactoring del Gruppo Banca Intesa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here