Capitani: la calma nasconde il cambiamento

Il mercato si muove poco ma l’amministratore delegato individua alcune segnali deboli forieri di grandi mutazioni

“La calma piatta è solo
apparente“
Giancarlo Capitani, amministratore delegato di Netconsulting che come di consueto ha curato il rapporto Assinform, stimola così la platea bombardata di cifre in molti casi negative. Sotto queste acque tranquille che simboleggiano la situazione dell'Ict ci sono una serie di segnali che indicano come l'It “stia entrando in una fase di forte discontinuità strutturale”. Capitani punta il dito sulla
crescita di software e servizi embedded
inseriti nei prodotti
tradizionali da imprese innovatrici e sul completamento di quel processo di
razionalizzazione dei sistemi informativi nelle medie e grandi aziende
realizzato per fornire maggiore efficienza, ma anche per allineare l'Ict alle
esigenze strategiche delle aziende. Che sempre di più sono imprese
estese
che operano all'interno di economie di rete anche a livello
territoriale e sono protagoniste di episodi di delocalizzazione.


“Le imprese - afferma convinto Capitani - stanno cambiando il modo di utilizzo
dell'Ict
, da semplice risparmio a uso valorizzante attraverso la riduzione della complessità aziendale con un'unica infrastruttura Ict (pensiamo all'utilizzo del protocollo Ip per fonia, dati e video), l'implementazione di strategie di Business process engineering e il supporto alla mobilità”
.




Una situazione che si avvale della crescita, anche
se più lenta rispetto ad altri Paesi europei, delle infrastrutture per il
supporto alla mobilità (hot spot Wi-fi) e trova un contraltare
nell'aggiornamento tecnologico delle case degli italiani
che stanno diventando “contenitori di tecnologie omogenee integrabili fra loro”. Tanto è vero che in una classifica sulla propensione
all'innovazione nei vari Paesi gli italiani si piazzano all'ottavo posto. Una
posizione lusinghiera che riguarda però le famiglie. Le imprese, a parte qualche
eccezione, le avremmo probabilmente trovate un po' più in fondo alla lista.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here