Cantù in pole position per la Cie

Il comune lombardo entro un anno dovrebbe distribuire ai cittadini la cata d’identità elettronica

Ci vorrà ancora un anno probabilmente, ma il Comune di Cantù sarà il primo, tra i ventisette coinvolti nel progetto, a distribuire la carta d'identità elettronica ai cittadini. L'amministrazione canturina, infatti, ha già provveduto al 90% al primo passaggio chiave, ossia l'allineamento, o più semplicemente, la correzione dei codici fiscali dei propri cittadini, con l'eliminazione, per esempio, di eventuali doppi nomi troppo lunghi da essere inseriti nel documento. Il passaggio successivo sarà l'individuazione del responsabile del procedimento e la partenza vera e propria dell'iniziativa, che si dovrebbe chiudere in dodici mesi. Oltre a sostituire i vecchi documenti cartacei per certificare le proprie generalità, la Cie permetterà di avere un nuovo rapporto con la rete e con gli enti pubblici nel senso di una maggiore semplificazione dell'azione amministrativa. Cantù svolge un ruolo di capofila nel progetto, che ha coinvolto le amministrazioni di Figino Serenza, Novedrate, Tavernerio, Montorfano, Albiolo, Faloppio, Olgiate Comasco, Villa Guardia, Bregnano, Orsenigo e altri Comuni del Lario e delle Comunità montane comasche.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here