Caldera si arma contro Red Hat

Caldera Systems ha siglato un accordo con Acrylis, una compagnia di servizi Linux, per fornire funzioni comparabili con quelle offerte dal rivale Red Hat Network. Le compagnie hanno firmato l’accordo in questi ultimi giorni. Acrylis dispone di un tool

Caldera Systems ha siglato un accordo con Acrylis, una compagnia di
servizi Linux, per fornire funzioni comparabili con quelle offerte
dal rivale Red Hat Network. Le compagnie hanno firmato l'accordo in
questi ultimi giorni. Acrylis dispone di un tool software chiamato
WhatIfLinux, che ora rientra in un progetto open source ma che
originariamente era un pacchetto Seagate conosciuto come AppControl.
Il programma, consente ad un amministratore, di aggiornare il
software su di una macchina Linux connessa in rete. I servizi per la
gestione di sistemi connessi in rete sono diventati quasi un obbligo
per le società Linux. Red Hat, che attualmente occupa la prima
posizione tra i distributori Linux, è stato il primo a proporre
questo genere di servizi grazie al suo Red Hat Network. Si sono
quindi aggiunti alla schiera Linuxcare (che probabilmente verrà
acquisita da Turbolinux) e Eazel. I servizi, generalmente offerti in
abbonamento, forniscono alle società Linux, un sistema per ottenere
maggiori introiti dai clienti aziendali. Una differenza tra i servizi
offerti da Caldera e quelli di Red Hat è che quelli della prima, sono
progettati per essere offerti come prodotto rimarcato, venduto da
società che rivendono software di Caldera o Santa Cruz Oparations. In
questo modo, Caldera non vuole essere l'unica a sperare nei profitti
provenienti dai servizi di gestione.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here