Calano le prestazioni del Pc? Ci pensa TuneUp

La nuova versione 2011 della raccolta di utility consente di spegnere letteralmente tutti i programmi che rallentano il computer e di riattivarli all’occorrenza.

Avere
un computer che offra sempre il massimo delle prestazioni è il sogno di tutti.
Però è un sogno praticamente impossibile da realizzare. Tuttavia, con l’utility
TuneUp 2011 ci si può andare molto vicino, assicurano dall’omonima azienda.

Questo
perché nella nuova versione il software non cerca di portare buon fine
disinstallazione non riuscite o di eliminare file superflui, quello che invece
fa è spegnere letteralmente i programmi che in un determinato momento o periodo
non si devono utilizzare. In questo modo, non gravano più sull’avvio del
computer e non occupano memoria ma non richiedono nemmeno che la Cpu esegua
attività superflue, visto che tali programmi non sono più in attività.

In
altre parole, grazie alla tecnologia Programs-on-Demand, TuneUp 2011 può disattivare servizi, programmi di avvio,
task programmati o processi in background che non siano richiesti dall’utente,
che però possono essere ripristinati qualora si renda necessario il loro
utilizzo. Chiaramente, questa operazione di spegnimento esclude ogni driver e
software necessario al corretto funzionamento del computer e di tutte le
periferiche.

Attraverso
lo strumento TuneUp Program Deactivator gli utenti possono essere sempre
informati riguardo all’efficacia che hanno gli interventi di disattivazione
sull’avvio del Pc, sul suo utilizzo e sul suo spegnimento.

La
nuova versione di TuneUp ha visto anche migliorata la Modalità Turbo che
consente ora di più di 70 applicazioni che potenzialmente possono rallentare il
sistema. Però, a differenza di Program Deactivator, il Turbo agisce sui servizi
e sui task di Windows al fine di assicurare le massime prestazioni possibili con
determinate applicazioni, sia per quanto riguarda il lavoro sia il gioco.

Tutte
le funzioni disponibili sono ben evidenti nella rinnovata interfaccia, che
presenta anche lo Stato Tuning mostra quante azioni di ottimizzazione sono già
state effettuate e dove esiste un’ulteriore potenziale di intervento su
programmi e sistema operativo.

TuneUp
Utilities 2011 può essere usato con Windows XP, Vista e Windows 7, su PC sia a
32 sia a 64 bit. La nuova versione, che può essere scaricata anche dal sito http://www.tune-up.it/products/tuneup-utilities/, è in
vendita a 39,95 euro. La licenza può essere utilizzata su 3 PC. L’aggiornamento
da una versione precedente, costa 24,95 euro. Chi non conosce il software e
vorrebbe quindi proalo prima di acquistarlo può scaricare dal sisto del
produttore una copia di valutazione completa nelle funzioni e che può essere
usata per 15 giorni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here