Calano le entrate di Ariba

Primo trimestre in netta flessione per le licenze dello specialista di spend management. Si giustifica la rotta verso l’on demand.

Ariba, specialista in soluzioni di spend management, avvia l'anno fiscale 2006 con una flessione nel fatturato, passato da 86,9 milioni di dollari del primo trimestre 2005 ai 76,2 milioni attuali.


A causare il calo è stato il negativo andamento della vendita di licenze software, scese da 17,1 milioni di dollari ai 6,6 milioni attuali. Più o meno stabili, invece, le entrate relative ai contratti di registrazione e aggiornamento, che hanno generato 31,8 milioni rispetto ai 31,4 del primo quarter 2005. In lieve calo il fatturato dei servizi, scesi da 38,4 a 37,8 milioni.


Sul fronte degli utili, il segno rimane negativo, con una perdita netta di 3,7 milioni di dollari, da paragonare, però, al rosso di 46,8 milioni di un anno fa. La società fa notare che il risultato è dovuto una serie di oneri straordinari (tra cui 8,8 milioni di compensazione azionaria). Il quadro finanziario di Ariba giustifica pienamente il cambio di rotta intrapreso già da alcuni mesi, volto a passare da un modello di business basato sulla vendita di licenze a uno centrato sulla sottoscrizione on demand.


Una virata strategica resa evidente anche dall'ultima versione di Ariba Sourcing, la 4.4, che oltre ad includere funzioni avanzate per l'ottimizzazione, la richiesta di preventivi e la conduzione di gare d'appalto, ofre l'accesso on demand ai servizi Ariba nelle varie categorie di sourcing.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here