Ca – Promuovere la condivisione di infrastrutture e servizi tra le varie amministrazioni

Fabrizio Tittarelli, Technical Sales director di Ca Italia ha le idee chiare su come sta andando la Pa nel nostro paese: «In generale la spesa It della Pa centrale va lievemente comprimendosi e rimane concentrata su poche amministrazioni, tipicamente g …

Fabrizio Tittarelli, Technical Sales director di Ca Italia ha le idee chiare su come sta andando la Pa nel nostro paese: «In generale la spesa It della Pa centrale va lievemente comprimendosi e rimane concentrata su poche amministrazioni, tipicamente gli enti previdenziali e i ministeri dell'Economia e Finanze, Difesa, Interno e Giustizia. La necessità di erogare nuovi servizi ai cittadini spinge verso una razionalizzazione e integrazione delle infrastrutture It, costituite da sistemi, applicazioni e dati, parallela a un'inevitabile revisione delle organizzazioni e dei processi che le governano». Per cui il manager sottolinea, in questo contesto, la necessità di rivolgersi a player con un'offerta completa come quella di Ca.


Riguardo alla necessità di una mente progettuale-manageriale che coordini le nuove iniziative della Pa per creare delle sinergie tra i vari enti, secondo Tittarelli l'avvio del Sistema Pubblico di Connettività (Spc) e l'attività di guida, controllo e formazione del Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (Cnipa) sono esempi di tentativi volti a coordinare le iniziative delle singole amministrazioni, cercando di evitare duplicazioni e sovrapposizioni, promuovendo la condivisione di infrastrutture e servizi tra le varie amministrazioni. Inevitabilmente alcune realtà sono “obbligate” a politiche autonome di sviluppo del settore It, come la Difesa e gli Interni. La figura di riferimento per coordinare le nuove iniziative dovrebbe spettare al Cnipa, che da luglio 2003 ha ereditato i compiti istituzionali attribuiti all'Aipa.


«Non a caso nell'ottobre 2006, Ca e Cnipa hanno siglato un accordo per offrire alle Pa condizioni e modalità di accesso alle licenze software e ai servizi di consulenza e formazione particolarmente vantaggiose - sottolinea il manager -. Infatti il processo di modernizzazione tecnologica della Pa non può che essere portato avanti da persone competenti, in grado di allineare l'It alle necessità di erogazione dei servizi, che la politica vuole offrire al cittadino. E gli attuali responsabili dell'It hanno maturato una cultura e una sensibilità volta ad assicurare determinati risultati alle amministrazioni». Per cui oggi Ca, attraverso un'organizzazione orientata ai mercati verticali e più centrata sul cliente, ha l'obiettivo di consolidare e incrementare al contempo la sua quota di mercato nelle aree della Pa, con un approccio tecnico e commerciale più sinergico, realizzato tramite l'organizzazione tecnica di prevendita (Tso), la quale collaborerà con le strutture commerciali dedicate alla Pac e Pal, nelle varie fasi del ciclo di vendita, fornendo competenze sia tecnico-specialistiche sia consulenziali. A tutto ciò si aggiunge la volontà di Ca di collaborare maggiormente con partner focalizzati sul settore, potenziando le intese con le società di servizi, i system integrator e le aziende di consulenza, per un pieno utilizzo delle competenze specialistiche e un corretto sfruttamento delle sinergie territoriali.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here