Business Online rinnova la sfida di Oracle nell’Erp integration

Partir` il mese prossimo l’iniziativa di hosting, attesa da tempo, con la quale Oracle punter` allo small e medium business per integrare le proprie Appliocations con i sistemi di front office.

L'attesa iniziativa di hosting Business Online di Oracle sarà ufficialment
e
lanciata il mese prossimo. Con essa, la casa di Larry Ellison intende
accrescere l'interesse delle aziende piccole e medie verso l'integrazione
fra applicazioni Erp e sistemi di front office. Chi appartiene a questo
target vorrebbe trarre beneficio dall'uso dell'Enterprise Resource
Planning, ma spesso non possiede il tempo e/o denaro sufficiente per
l'implementazione. Oracle proporrà, allo scopo, un'iniziativa in base alla
quale si occuperà dell'hosting della propria integrale suite Applications
nei data center americani e inglesi, affidandosi a partnership in via di
definizione, con vari carrier Tlc, per la gestione di altri data center
virtuali nel mondo. Anche in quesot caso, il costruttore manterrebbe il
controllo da remoto sulle applicazioni.
Chi firmerà questo genere di contratto, avrà poi accesso alle applicazio
ni
attraverso connessioni frame relay o Vpn (via Internet). Il servizio avrà
un prezzo basato sul numero e la tipologia di utenti dell'organizzazione
aziendale interessata, a partire da 395 dollari per utenti casuali e con
l'accesso in sola lettura fino agli 895 dollari al mese per utenti con
grosse potenze di calcolo. Non è previsto il carico di costi aggiuntivi
qualora l'utente decidesse di integrare o upgradare applicazioni.
In pratica, l'operazione equivale alla creazione di client browser-based
per le Applications di Oracle. La mossa sembra essere nei piani anche di
altri costruttori di Erp. Peoplesoft, per esempio, sta sviluppando un
client puro Html per la propria suite (nella prossima versione 8), in
colaborazione con Corio. Anche gli sforzi di outsourcing di Sap hanno
ottenuto una buona spinta nei giorni scorsi, allorquando Hp ha annunnciato
un investimento di 500 milioni di dollari in hardware, software e servizi
nei centri di application hosting di Qwest Communications, in cambio delle
entrate mensili generate dall'hosting di quest'ultima con la suite R/3 sul
Web.
Sul fronte dello sviluppo, invece, Oracle ha fatto sapere di aver
intenzione di rilasciare, entro fine anno, la versione 3.0 di Jdeveloper,
che includerà, fra l'altro, anche le Business Components for Java, un
framework che consentirà agli sviluppatori di costruire logica di business
riutilizzabile, che possa essere poi implementata sotto forma di oggetti
Ejb o Corba attraverso applicazioni multiple.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here