Business communication. La parola ai vendor

Alcune fra le principali società del settore illustrano le linee guida dell’offerta di soluzioni per innovare la comunicazione aziendale. Moduli applicativi flessibili si innestano su architetture aperte.

Avaya


Realizzare un sistema di Ip telephony implica una serie di risvolti che potrebbero sfuggire a chi superficialmente si ferma a considerare la pura comunicazione. Oltre a supportare gli oltre 500 servizi telefonici cui l’utente medio è ormai abituato, Avaya si preoccupa di tutta una serie di problematiche spesso trascurate se non ignorate.


"Sono poche le aziende che si preoccupano della sicurezza degli apparati di Ip telephony, pensando che questa discenda semplicemente dalla protezione dell’intera rete", ha dichiarato Sandro Sciaky, responsabile marketing Sud Emea di Avaya, aggiungendo: "In effetti, ci sono possibili vulnerabilità direttamente sui media server o gateway ed è per questo che Avaya ha da tempo attivato soluzioni di protezione degli stessi".


Avaya ha fatto della business communication la propria attività core, e vanta una forte presenza nel campo della fonia e dei contact center. Ambiti nei quali ha sviluppato un’architettura costituita da piattaforme focalizzate su tre aree: reti convergenti per voce e dati, Crm/contact center e comunicazione unificata. Le soluzioni Ip, che fanno parte dell’architettura Eclips (Enterprise Class Ip Solutions), hanno l’obiettivo di consentire alle aziende di unificare i loro sistemi voce e dati all’interno di un’unica rete ad alta affidabilità, tramite la quale diventi possibile sfruttare nuove applicazioni e accedere a file, posta elettronica, browser, fax e messaggi vocali indipendentemente dal luogo o dalla postazione di lavoro.

Cisco Systems


Cisco Systems affronta le tematiche legate alla business communication partendo da una premessa infrastrutturale, indirizzata alla sostituzione delle reti più tradizionali basate su tecnologie a commutazione di circuito e Time division multiplexing (Tdm), verso network di nuova generazione basati su tecnologie a commutazione di pacchetto Ip. L’approccio è riassunto nell’architettura Avvid, acronimo di Architecture for Voice, Video and Integrated Data, che si concretizza nell’insieme di soluzioni Cisco IpCommunications.


Attraverso il software CallManager, la società propone una soluzione che, come ci ha spiegato Gianluca Ferré, business development manager Ip Communications di Cisco Systems Italy, non richiede la necessità del Pbx e consente di trasformare l’apparecchio telefonico in una console attraverso la quale visualizzare informazioni, usufruire di servizi Web e garantire servizi di messaggistica unificata.


Cisco Ip Contact Center (Ipcc), invece, raggruppa una suite di tool che consentono di attivare contact center basati sulla telefonia Ip, sia single site che multisito oppure in ambienti host di service provider. Cisco ha poi ampliato il proprio impegno verso le soluzioni di videocomunicazione. Con Cisco Vt Advantage, per esempio, ogni telefono può essere collegato a un monitor e a una Web cam, trasformandosi in videotelefono, secondo quanto dichiarato da Ferré. Business Video Solution, invece, è un insieme di tecnologie, prodotti e blueprint per applicazioni di videoconferencing, video broadcast o video on demand.

Genesys


Genesys è una società di Alcatel che ha nella piattaforma Customer Interaction Management (Cim) l’elemento portante della strategia per l’implementazione e la gestione di interazioni multimediali. La piattaforma elabora, gestisce, indirizza e controlla il ciclo di vita delle interazioni dei diversi tipi di media o tipologia di attività in ambiente contact center, con l’obiettivo di semplificare la complessità della gestione dell’interazione con i clienti.


Ad esempio, le interazioni possono essere catturate, elaborate, indirizzate e inserite in report automaticamente in base a specifici criteri di business, in modo da poter disporre di una gestione e una visualizzazione universale a livello della singola interazione, siano esse di tipo tradizionale o innovativo.


La piattaforma, peraltro, è alla base anche delle soluzioni per l’ambito enterprise e Pmi sviluppate da Alcatel, che comprendono non solo funzioni di call center ma anche di Ip Pbx integrate e costituiscono delle soluzioni omnicomprensive per la gestione delle comunicazioni aziendali. Genesys ritiene che la piattaforma rappresenti il motore più flessibile e scalabile del mercato per l’elaborazione delle interazioni con la clientela, con la possibilità, secondo dati di targa forniti dalla società, di instradare quasi 1 milione di chiamate e oltre 40mila messaggi di posta elettronica all’ora. La soluzione è suddivisa in moduli funzionali, un approccio che, secondo Genesys, presenta numerosi vantaggi. "È possibile implementare la nostra soluzione al di sopra di una infrastruttura hardware e software eterogenea grazie proprio all’indipendenza da ogni piattaforma e non vincolata allo specifico fornitore, un aspetto fondamentale per ambienti quali quello bancario e la grande azienda", ha affermato Agostino Bertoldi, country manager per l’Italia.

Microsoft


Migliorare la comunicazione e lo scambio di informazioni tra persone e dati, in modalità anytime e anywhere, rappresenta da sempre uno degli obiettivi primari di Microsoft.


La società punta alla realizzazione di ciò favorendo la creazione di un ambiente integrato basato sul sistema operativo Windows Server 2003 e incentrato attorno ai suoi server software. Tramite essi la società rende disponibili i tasselli per realizzare una serie di soluzioni di comunicazione in tempo reale indirizzate a migliorare la collaborazione all’interno del team di lavoro e alla forza lavoro mobile. Questi servizi integrati forniscono funzioni di e-mail, voice mail, calendaring, instant messaging, audio/video conferencing, unified messaging e funzionalità per dispositivi mobili, tutti attraverso un’unica piattaforma standard.


Microsoft Windows Server 2003 supporta, infatti, tutte le principali tecnologie standard di comunicazione. Nell'ambito della telefonia Ip, per esempio, prevede il supporto dei servizi Tapi, che vengono sostenuti dalla presenza di funzionalità di Quality of Service indispensabili per garantire la qualità della trasmissione vocale mediante Ip.


L’elemento portante di Microsoft per garantire questo scambio di informazioni è rappresentato da Exchange Server 2003, disponibile attualmente con l’aggiornamento Service Pack1 che ha introdotto, tra gli altri, nuovi strumenti di distribuzione, funzioni per una maggiore protezione e un rinnovamento dell’interfaccia utente di Outlook Mobile Access.


Il Server Microsoft è stato anche potenziato ultimamente con l’introduzione di una serie di funzioni di Intelligent message filtering per il lato server.


Recependo l’importanza e l’ampiezza di utilizzo crescente della messaggistica integrata, Microsoft dedica a essa il prodotto specifico Live Communications Server 2003 che, oltre a garantire lo scambio di messaggi in tempo reale, rende disponibile un sistema di rilevamento della presenza e una piattaforma estensibile per la connessione di utenti e processi aziendali.


Nortel Networks


La crescente esigenza di servizi di nuova generazione per le attività di comunicazione e contatto aziendali ha visto Nortel Networks rilasciare un’architettura riferita come Ace "Architecture for the Converged Enterprise", un insieme di piattaforme, servizi e applicazioni che definisce un ambiente di rete convergente il cui obiettivo primario è di eliminare i confini fisici e logici tra i servizi erogati agli utenti o trasportati a livello di rete. Un ruolo di primo piano nell’architettura Ace lo svolge il livello applicativo, che comprende funzioni che permettono di attuare un approccio preventivo nei confronti delle esigenze dell’utente e inviargli informazioni critiche e time sensitive in funzione del tipo di applicazioni richieste, al suo profilo o alla posizione geografica. L’architettura di Ace si basa, inoltre, su una spinta interazione e integrazione con le attività di back-office e su un approccio adattativo nell’uso delle risorse di rete per far fronte alle richieste applicative dell’utente.


Ad esempio, le soluzioni di contact center e di self-service basate sul portafoglio di prodotti Symposium possono essere inglobate in un’applicazione tramite l’integrazione in Ace di plug-in che adattano il media utilizzato dal cliente alle caratteristiche dell’applicazione stessa. Un secondo esempio è costituito dalla possibilità di aggiungere alle funzioni di base del sistema di comunicazione esistente quelle di multi-language speech recognition basate su Mps e Vps/is di Nortel o altre soluzioni di terze parti. I vantaggi che ne derivano appaiono consistenti. "Abbiamo verificato che implementando una soluzione di mobilità in tecnologia convergente si ottiene un ritorno dell’investimento in pochi mesi, con modalità di realizzazione che, con le soluzioni di Nortel, possono essere sia sostitutive delle tecnologie esistenti che di migrazione graduale", ha dichiarato Anna Banfi, direttore strategic marketing di Nortel Networks Italia.

Tenovis


La data di nascita ufficiale di Tenovis è il 2000, ma la società tedesca può vantare una storia ultracentenaria nel mondo delle telecomunicazioni. In particolare, l’azienda ha mantenuto tutta l’esperienza di Bosch Telecom, da cui proviene, sviluppando una strategia di innovazione e sviluppo. Come ci ha spiegato Giovanni De Carli, direttore commerciale di Tenovis in Italia, l’approccio è centrato sul cliente, al quale la casa germanica si propone come "partner di riferimento per la creazione e la gestione di soluzioni personalizzate di Secure Business Communication, consentendogli di dedicarsi completamente al proprio core business".


L’ambito in cui si muove la società comprende, tra l’altro, sistemi e servizi di telefonia privata, Ip Telephony, sistemi di comunicazione mobile privata Dect e cercapersone, Cti, Automatic call distribution, Interactive voice response, unified messaging, call/contact center, sistemi trading, soluzioni e servizi di sicurezza, servizi di manutenzione, consulenza e training, progettazione e assistenza.


Elemento centrale delle soluzioni di business communication di Tenovis è la piattaforma Integral Communication Center (Icc), che permette l’evoluzione del sistema verso future applicazioni multimediali e l’utilizzo di tecnologie di Voice over Ip e Ip telephony.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here